Palermo, non le dicono positività: infermiera al lavoro per 7 giorni

Sicilia
©Fotogramma

In servizio nel reparto di Ostetricia e ginecologia, la donna si era sottoposta al tampone tra il 19 e il 20 ottobre

L’infermiera è positiva al Covid-19, ma non lo sa e continua a lavorare in reparto per una settimana. Il motivo? Nessuno l’aveva avvertita dell’esito positivo del tampone. Accade all’Ospedale Cervello di Palermo e lo riporta il sito di Huffington Post. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LA SITUAZIONE IN SICILIA - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

La vicenda

In servizio nel reparto di Ostetricia e ginecologia, la donna si era sottoposta al tampone tra il 19 e il 20 ottobre. Nessuno però si sarebbe preoccupato di escluderla dai turni, così l’operatrice sanitaria aveva continuato a lavorare nel reparto a stretto contatto con i pazienti. La scoperta 10 giorni dopo il primo tampone, quando l’infermiera si è recata ad effettuarne un secondo e ha chiesto di conoscere l’esito del primo. "L’azienda sta procedendo a tutte le verifiche del caso", il commento dell'ospedale. Così il segretario provinciale della Fials-Confsal Vincenzo Munafò: "È un fatto gravissimo. Che senso ha andare a cercare i contagi? Parliamo di una persona che sta a stretto contatto con altre persone che potenzialmente non dovrebbero essere infette".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24