Coronavirus Sicilia, 14 nuovi positivi e una vittima

Sicilia
©Ansa

Lo rivela il bollettino diffuso dal ministero della Salute. Di questi 3 nuovi positivi sono a Catania, 5 a Messina, 4 a Ragusa, 2 a Siracusa. Ci sono 7 guariti, 5 a Catania e 2 a Ragusa. Sul fronte dei tamponi sono 1.626 quelli eseguiti nelle ultime 24 ore

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

Sono 14 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia e una vittima a Catania. Lo rivela il bollettino diffuso dal ministero della Salute. Di questi 3 nuovi positivi sono a Catania, 5 a Messina, 4 a Ragusa, 2 a Siracusa. Ci sono 7 guariti, 5 a Catania e 2 a Ragusa. Sul fronte dei tamponi sono 1.626 quelli eseguiti nelle ultime 24 ore. A Modica, intanto, sono state estese le restrizioni in tutte le case di riposo del territorio dopo l'individuazione di nove positivi in una struttura per anziani. (LA DIRETTA)

19:37 - In aeroporto Palermo controlli per passeggeti da Malta

Sono nove i passeggeri del volo KM0662 proveniente da Malta i primi turisti ad essere stati sottoposti a controllo sanitario e tampone nasofaringeo, secondo le procedure sanitarie anti Covid-19 stabilite dall'ordinanza nazionale firmata dal ministro della Salute. All'aeroporto Internazionale di Palermo sono così cominciati i controlli sui passeggeri in arrivo dalle zone ritenute a rischio Covid-19: Spagna, Grecia, Malta e Croazia. Sul volo proveniente da Malta c'erano 65 passeggeri. Soltanto nove turisti/non residenti, sottoposti a tampone. I controlli sanitari sono concentrati in un'area completamente sterile, all'interno dell'aeroporto, con accesso solo dalla zona air side. L'area è stata allestita in tempi record grazie alla collaborazione di Gesap, la società di gestione dell'aeroporto di Palermo, Polizia di frontiera, Enac, ministero della Salute, Usmaf e Asp, GH Palermo e Aviapartner (handler). Domani sono previsti i controlli su quattro voli provenienti da Spagna e Grecia. 

17:19 - In Sicilia 14 nuovi casi e una vittima

Sono 14 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia e una vittima a Catania. Lo rivela il bollettino diffuso dal ministero della Salute. Di questi 3 nuovi positivi sono a Catania, 5 a Messina, 4 a Ragusa, 2 a Siracusa. Ci sono 7 guariti, 5 a Catania e 2 a Ragusa. Sul fronte dei tamponi sono 1.626 quelli eseguiti nelle ultime 24 ore. 

12:55 - Estese restrizioni in case di riposo a Modica

Dopo l’individuazione di un nuovo focolaio di coronavirus in una casa di riposo di Modica (Ragusa), dove sono risultate positive al Covid nove persone tra ospiti e operatori, il sindaco Ignazio Abbate ha assicurato che nel comune l’attenzione è “massima” per quanto riguarda la situazione dei contagi e per scongiurare un peggioramento ha disposto lo stop immediato alle visite dei parenti e il divieto per i titolari della struttura di accogliere nuovi pazienti nei prossimi giorni. Lo stesso provvedimento, adottato inizialmente anche in un'altra casa di riposo collegata alla prima, dove viene saltuariamente impiegato lo stesso personale, è stato esteso a tutte le strutture del territorio modicano fino a lunedì 24 agosto. “A questa notizia fa da contraltare una sensibile diminuzione dei soggetti in quarantena che sono scesi da 77 a 50”, ha voluto sottolineare Abbate.

12:09 - Rientri, in 400 si registrano su portale Regione in 48 ore 

Sono già 400 i siciliani rientrati da Malta, Grecia, Croazia e Spagna che si sono iscritti al portale siciliacoronavirus.it nelle ultime 48. Il gruppo maggiormente numeroso, si apprende dall'assessorato regionale alla Salute, è quello proveniente da Malta, seguito, nell'ordine, da Spagna e Grecia. Pochi quelli che sono tornati in queste ore dalla Croazia. A tutti verrà effettuato il tampone a casa. Tutti i siciliani che rientrato dai quattro Paesi hanno l'obbligo di registrarsi sul portale.

11:33 - Asp esegue tamponi all’aeroporto di Palermo

Saranno i tecnici dell'Asp di Palermo ad effettuare i tamponi sui passeggeri che provengono da Croazia, Grecia, Malta e Spagna e che arrivano all'aeroporto Falcone Borsellino. "Già per domani ne sono stati programmati 480", anticipano dall'azienda sanitaria. Una misura resa necessaria dall'esplosione di contagi legata ai vacanzieri di ritorno dai quattro Paesi del bacino del Mediterraneo. Nello scalo si sta allestendo l'area da adibite allo screening sanitario. Fino ad oggi l'unico controllo era quella della temperatura corporea, che proseguirà per tutti gli altri passeggeri. Chi è tornato da Spagna, Grecia, Malta e Croazia è stato invitato a rivolgersi all'Unità sanitaria territoriale di competenza entro 48 ore, così come previsto dall'ordinanza ministeriale. Adesso i controlli saranno avviati al Falcone-Borsellino.

11:22 - Udc Sicilia: “No test d'accesso all’università"

Il coordinatore regionale dell'Udc in Sicilia, Decio Terrana, chiede di sospendere ed eliminare i prossimi test universitari di settembre. Ritenendo "gli assembramenti inevitabili nelle giornate dei test, bisogna evitare che diventino un focolaio per una nuova incontrollata diffusione di Covid-19 sul territorio, come già richiesto nella nota inviata al ministro dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi. "Abolire i test d'ingresso - spiega Terrana - diventa doveroso; può essere inserito invece un filtro di selezione al termine del primo anno, individuando un numero minimo di Cfu obbligatori da conseguire per potere accedere al secondo anno accademico”.

9:51 - Confcommercio Sicilia, lockdown sarebbe la fine

"Non possiamo permetterci un nuovo lockdown, né i cittadini costretti a rivedere le loro vite, ma soprattutto le imprese che rischierebbero la definitiva chiusura, come tantissime altre che non ce l'hanno fatta a riaprire", lo dice il presidente di Confcommercio Sicilia Francesco Picarella. "Siamo molto preoccupati per la ripresa dei contagi - aggiunge - è necessaria una presa d'atto e di responsabilità da parte di tutti all'uso delle mascherine, al rispetto del distanziamento e delle norme anti Covid. La stretta del Governo sulle sale da ballo - prosegue - è un campanello d'allarme preoccupante e per la quale ognuno ha il dovere di porre la massima attenzione. Non solo discoteche e zone di movida e di divertimento, occorre una continua e responsabile azione di sensibilizzazione in tutti quei luoghi a rischio come uffici, mezzi di trasporto e attività in cui è possibile la diffusione del virus sensibilizzando all'uso dei dispositivi di protezione, per scongiurare la riacutizzazione della pandemia", conclude Picarella.

7:54 - A Vulcano chiusa discoteca per assembramento

A Vulcano, nelle Eolie, i carabinieri hanno chiuso una discoteca per assembramento. Si tratta di un provvedimento scaturito per inosservanza della normativa volta a limitare il contagio da Covid19. Alle Eolie è già la terza discoteca chiusa. Due strutture avevano chiuso i battenti a Panarea, mentre a Lipari era stato denunciato il proprietario di un locale che autorizzava serate danzanti senza autorizzazione e per assembramento. Ora la chiusura delle discoteche fino al 7 settembre è stata disposta dal premier Conte. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24