Migranti, sbarcate 337 persone a Lampedusa tra ieri e oggi

Sicilia

I nuovi arrivi gravano ulteriormente sull'hotspot dell'isola, ormai al collasso, che accoglie 1.101 migranti a fronte di 95 posti disponibili. Sono in tutto quattro i migranti ospiti della struttura risultati positivi al coronavirus

Sono 15 gli sbarchi avvenuti a Lampedusa tra le 23 di ieri e la giornata di oggi che hanno portato sull'isola 337 persone di origine tunisina. I nuovi arrivi gravano ulteriormente sull'hotspot di Lampedusa, ormai al collasso, che ospita 1.101 migranti a fronte di 95 posti disponibili. Gli oltre 150 migranti che erano rimasti su molo Favarolo sono stati portati al centro d'accoglienza di contrada Imbriacola da dove, in tarda mattinata, sono partite 240 persone (200 col traghetto e 40 con motovedetta della Capitaneria), trasferite a Porto Empedocle. In seguito una motonave della Guardia di finanza ha trasferito a Pozzallo altri 120 migranti, che si trovano sulla banchina del porto in attesa di essere trasferiti in altri centri di accoglienza siciliani: il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna ha chiesto che non venissero ospitati nell'hotspot perché già pieno dopo lo sbarco di sabato sera dalla nave mercantile 'Cosmo'. La Prefettura di Agrigento è al lavoro, in queste ore, per varare un piano di trasferimenti serali. (MIGRANTI UCCISI IN LIBIA)

Gli sbarchi

I barchini, intercettati dalla Guardia di finanza, erano a circa 6 miglia di distanza dalla costa ed erano composti da un minimo di 7 persone a un massimo di 17. La Guardia costiera ha rintracciato, sempre a largo di Lampedusa, anche un grosso peschereccio con a bordo 160 tunisini. Ci sono stati inoltre tre sbarchi autonomi: a mezzanotte sono stati rintracciati alla Cupola bianca 12 persone, alle 4:20 i carabinieri hanno bloccato un'altra dozzina di persone a molo Madonnina e infine alle 7:30 sono stati 17 i migranti trovati nel medesimo luogo. Successivamente la guardia costiera ha soccorso, nelle acque antistanti Lampedusa, un barchino con 11 tunisini fra cui due disabili, due donne, tre bambini molto piccoli e un gattino bianco. Infine la Guardia di Finanza ha rintracciato, a largo di Lampedusa, un altro barchino con a bordo 12 tunisini. Il gruppetto è già sbarcato su molo Favarolo e verrà trasferito, a conclusione dei controlli sanitari, all'hotspot. Nel pomeriggio, altri 62 migranti, quasi tutti minorenni, sono stati soccorsi dalla guardia costiera a 11 miglia a Sud di Lampedusa.

Ragusa, in 45 sbarcano su spiaggia del 'commissario Montalbano'

Un gruppo di 45 migranti è sbarcato direttamente sulla spiaggia di Caucana, nel Ragusano, a pochi chilometri da Punta Secca, la frazione marinara che ospita la casa di Montalbano nella fiction tv. Tra lo stupore generale dei bagnanti, i migranti dopo lo sbarco hanno cercato di dileguarsi. Alcuni sono stati rintracciati e portati a Pozzallo per l'identificazione. Una decina di persone ha fatto perdere le proprie tracce.

Positivo un quarto migrante nell'hotspot

Un quarto migrante ospite dell'hotspot di Lampedusa è risultato positivo al tampone rino-faringeo Covid-19. L'esito è stato appena comunicato alla struttura d'accoglienza e l'uomo è stato posto in isolamento nella stanza dove sono presenti le altre tre persone contagiate: due somali (marito e padre di una ventiduenne incinta positiva e ricoverata all'ospedale Cervello di Palermo) e un diciassettenne egiziano risultato positivo al tampone nella tarda serata di ieri. Il ragazzo era sbarcato a Lampedusa lo scorso lunedì.

Bloccato tentativo di fuga dal Cara di Caltanissetta

Nuovo tentativo di fuga ieri sera dal Cara di Pian del Lago a Caltanissetta. Circa 150 migranti si sono radunati per allontanarsi dalla struttura, ma polizia, carabinieri e militari dell'esercito, presenti in gran numero, li hanno fatti desistere. Non sono ancora stati rintracciati 43 migranti dei 184 fuggiti domenica pomeriggio. Il sindaco Roberto Gambino ha scritto una lettera al ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, chiedendo di disporre il blocco immediato di ogni trasferimento di migranti a Caltanissetta.

Sono invece riuscite a scappare circa 50 persone, per la maggior parte tunisini, ospiti del centro di accoglienza Villa Sikania di Siculiana (Agrigento). Poco meno di una decina sono stati rintracciati dalle forze dell'ordine e proseguono le ricerche.Il sindaco di Siculiana Leonardo Lauricella ha a sua volta scritto una lettera al ministro dell'Interno: "L'episodio, non è il primo, ha allarmato la popolazione creando scene di panico che si sono tramutate in decine di segnalazioni e richieste di intervento. Dispiace constatare che alle rassicurazioni della Prefettura, della Questura e delle altre istituzioni non sono corrisposte azioni adeguate di controllo del territorio, con l'effetto che si sono ripetuti episodi che hanno creato panico imputabile soprattutto all'emergenza sanitaria Covid-19". 

Avviati i trasferimenti da Lampedusa

Questa mattina è stato avviato il trasferimento, con un traghetto di linea diretto a Porto Empedocle, di 200 dei migranti. A loro si aggiungeranno, secondo il piano varato dalla Prefettura di Agrigento, altre 40 persone che saranno trasferite sempre a Porto Empedocle, con una motovedetta della Capitaneria. Ieri sera, invece, con un pattugliatore della Guardia di finanza, sono stati trasferiti a Pozzallo 170 migranti. Sarebbero dovuti andare, secondo le pianificazioni iniziali, a Reggio Calabria, ma poi si è optato per il centro del Ragusano.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24