Coronavirus Sicilia, un caso nell'Agrigentino: donna ricoverata in ospedale

Sicilia

"La concittadina è stata di recente all'estero e probabilmente ha contratto il virus nel suo soggiorno fuori dall'Italia", ha spiegato il sindaco di Ravanusa, Carmelo D'Angelo

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

Un nuovo caso di coronavirus si è registrato a Ravanusa, in provincia di Agrigento, dove una donna è stata ricoverata in ospedale. "L'Asp di Agrigento ha avviato l'indagine epidemiologica e ho convocato l'unità di crisi per monitorare l'evolversi della situazione", ha fatto sapere il sindaco di Ravanusa, Carmelo D'Angelo. (CORONAVIRUS: LA DIRETTA)

19:08 - In Sicilia 19 positivi, nove sono migranti

Sono 19 i nuovi contagiati dal coronavirus in Sicilia, nove dei quali migranti sbarcati sull'isola. È quanto emerge dal report quotidiano trasmesso dall'assessorato regionale alla Salute al Ministero della Sanità. Tra i migranti otto casi sono stati individuati in seguito ai test effettuati sui profughi sbarcati a Pozzallo e uno nel Palermitano. Gli altri dieci pazienti positivi sono così suddivisi per provincia: cinque nel catanese (quattro riconducibili al cluster dell'hinterland etneo e uno in seguito al tampone effettuato prima di un ricovero in ospedale); altri quattro sono stati registrati nel messinese (tre collegati al cluster dell'Istituto ortopedico e uno sempre in seguito al pre triage ospedaliero) e infine uno nell'agrigentino.

18:47 - Dimessa bimba nata da mamma affetta da Covid

È stata dimessa dal Centro cardiologico pediatrico del Mediterraneo di Taormina, la bimba nata prematura operata per una cardiopatia congenita e nata da una mamma affetta da Covid-19. La piccola era nata a giugno, da una donna bengalese di 34 anni, ed era stata ricoverata nell'ospedale Cervello a Palermo dove è risultata positiva al Coronavirus al rientro da Londra. In seguito è stata sottoposta a un intervento cardiochirurgico nel Centro cardiologico pediatrico del Mediterraneo, diretto dal primario Sasha Agati, dove era stata trasferita alla terapia intensiva neonatale diretta da Francesca Campi per un periodo di osservazione. Madre e figlia saranno accolte per una settimana negli appartamenti messi a disposizione dalla fondazione Chincherini a Letojanni.

16:18 - Sace-Sicindustria, confronto per la ripartenza delle imprese

Un confronto per un'auspicata ripartenza economica e le soluzioni che sono già disponibili per aziende e banche. Questi i principali temi al centro della nuova iniziativa, lanciata da Sace in collaborazione con le associazioni confindustriali regionali, che riunisce oggi in un webinar i direttori territoriali delle banche attive nella regione e i rappresentanti di Sicindustria, Confindustria Catania e Confindustria Siracusa. L'obiettivo è condividere le reciproche esperienze e individuare soluzioni concrete per far fronte al momento complesso che stanno affrontando le aziende e le loro filiere a causa degli impatti negativi del Covid-19 sulle attività economiche della regione. Oltre a ciò, Sace presenta ai partecipanti i benefici di Garanzia Italia, lo strumento messo in campo con il decreto "Liquidità" per sostenere le imprese italiane colpite dall'emergenza Covid-19. "L'incontro di oggi - ha detto Mario Bruni, responsabile Mid corporate di Sace - ci permette di intavolare un dibattito costruttivo con aziende, banche e istituzioni della Sicilia per individuare delle linee guida che possano definire una strategia comune da attuare nel corso della ripresa dell'economia locale e nazionale". "In Sicilia - affermano il vicepresidente vicario di Sicindustria, Alessandro Albanese, il presidente di Confindustria Catania, Antonello Biriaco, e il presidente di Confindustria Siracusa, Diego Bivona - l'indice di insolvenza delle pmi è aumentato, a causa del Covid, di quasi dieci punti percentuali. E l'insolvenza è la madre del fallimento. È per questo che è quanto mai urgente garantire liquidità alle imprese in tempi rapidi. In tal senso i fondi di garanzia rappresentano una importante opportunità e vanno adeguatamente sfruttati. A tutt'oggi, però, dobbiamo purtroppo rilevale una non facilità di accesso agli strumenti del decreto Liquidità, eccessive lungaggini sul fronte bancario e tempi di erogazione del credito ancora troppo eterogenei tra le banche. Far conoscere tutti gli strumenti disponibili per le imprese è dunque essenziale, così come lo è il confronto tra operatori economici e i soggetti intermediari".

15:36 - Migranti, sbarchi a Pozzallo: finora 10 positivi

Cresce il numero dei positivi tra i migranti sbarcati sabato sera nel porto di Pozzallo dalla nave mercantile 'Cosmo'. Ai due di domenica mattina, ora se ne sono aggiunti altri 8. I contagiati sono stati isolati dal resto del gruppo e posti in quarantena. Intanto sono state rafforzate le misure di sicurezza nell'hotspot e nel centro di accoglienza 'Don Pietro' in contrada Cifali, tra Comiso e Ragusa, per impedire possibili fughe di migranti. 

14:02 - Palermo, ambulanza per passeggeri con sintomi nei porti

L'Autorità di Sistema portuale del Mare di Sicilia occidentale ha stretto una collaborazione con la Croce Rossa italiana per la gestione dei passeggeri con temperatura superiore a 37,5°, in partenza dai porti di Palermo e Termini Imerese, Trapani e Porto Empedocle. Il servizio avrà durata di tre mesi e prevede che un'ambulanza della CRI, con proprio personale autista e medico, stazioni quotidianamente in porto, durante alcune fasce orarie, per prestare assistenza sanitaria e di primo soccorso nell'ipotesi in cui, a seguito dei controlli effettuati nei porti da parte del personale addetto e/o dall'autorità sanitaria, emerga che un passeggero abbia una temperatura superiore ai 37,5° e/o accusi una sintomatologia riconducibile al Covid-19. In tali casi, la CRI procederà a effettuare le verifiche per accertare la temperatura del paziente e isolare lo stesso e/o il nucleo familiare in ambulanza o in ambiente idoneo ed espletare tutte le procedure di assistenza e le segnalazioni previste per legge. Dice il presidente dell'AdSP del Mare di Sicilia occidentale, Pasqualino Monti: "Abbiamo ritenuto opportuno attivare, a nostre spese, questa convenzione con la Croce Rossa Italiana, per rassicurare ulteriormente i passeggeri dei nostri porti su un tempestivo intervento in caso di sintomatologia da Covid 19, soprattutto in questi mesi estivi di grande flusso. Fin dall'inizio dell'emergenza abbiamo messo in campo tutte quelle azioni necessarie a consentire in sicurezza l'arrivo e la partenza dei passeggeri nei porti del network della Sicilia occidentale, da Palermo a Termini Imerese, da Trapani a Porto Empedocle, coadiuvando gli uffici della Sanità marittima, presidi del ministero della Salute, presenti in porto".

13:52 - Scuola, un tavolo tecnico a Marsala per il rientro

Un tavolo tecnico si è tenuto al Comune di Marsala per "pianificare il rientro a scuola in sicurezza, attuando le misure di contenimento del contagio" dopo la fase più critica dell'emergenza sanitaria Covid-19. Al "tavolo", indetto dall'amministrazione comunale, hanno partecipato il sindaco Alberto Di Girolamo (Pd), l'assessore alla Pubblica istruzione, Anna Maria Angileri, che per altro è anche il dirigente di una delle più importanti scuole della città (il Liceo delle Scienze Umane e Linguistico "Pascasino"), il rappresentante del Servizio Igiene dell'Asp, Orazio Mistretta, e la dirigente dell'ente "Marsala Schola", Maria Celona, nonché alcuni funzionari comunali. "Prestiamo attenzione alle richieste dei dirigenti scolastici - hanno dichiarato Di Girolamo e Angileri - e, per quanto attiene alle responsabilità del Comune, abbiamo dato mandato agli uffici competenti di pianificare gli interventi da realizzare. In ciò contiamo molto sulla collaborazione delle scuole". Il Comune di Marsala ha ottenuto 520 mila euro (Fondi Strutturali Europei) che il Ministero dell'Istruzione ha assegnato alle scuole per interventi volti ad adeguare spazi e aule in modo da contrastare l'eventuale diffusione del virus. L'amministrazione comunale di Marsala (città con 83 mila abitanti) ha, quindi, invitato i dirigenti scolastici ed "effettuare una ricognizione di aree e arredi, comunicando le loro necessità per l'avvio della didattica in sicurezza, sia per gli alunni che per gli operatori scolastici, anche al fine di rasserenare le famiglie". Nel corso del tavolo tecnico si è anche discusso anche dell'utilizzo delle palestre, delle modalità di espletamento del servizio di refezione scolastica, nonché all'acquisto degli arredi necessari per adeguare gli ambienti scolastici alle indicazioni ministeriali. 

10:40 - Coronavirus: un caso a Ravanusa, donna in ospedale

C'è un nuovo caso di Covid-19 a Ravanusa (Ag): una donna è stata ricoverata in ospedale. "La concittadina è stata di recente all'estero e probabilmente ha contratto il virus nel suo soggiorno fuori dall'Italia - ha spiegato il sindaco di Ravanusa, Carmelo D'Angelo -. L'Asp di Agrigento ha avviato l'indagine epidemiologica ed ho convocato l'unità di crisi per monitorare l'evolversi della situazione nella speranza che il focolaio rimanga circoscritto. Il rischio è sempre dietro l'angolo ed esorto tutti, i giovani soprattutto, - ha concluso - alla massima cautela e al rispetto delle regole di distanziamento sociale. Non pensiamo che tutto sia finito, abbiate rispetto degli anziani e degli immunodepressi".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24