Scuola, ministro Azzolina a Palermo: "Lezioni anche in luoghi come cinema e teatri"

Sicilia

"Abbiamo attivato un bando da 236 milioni di euro, pubblicato oggi: ogni scuola secondaria di primo grado potrà avere fino a 100 mila euro, e le scuole secondarie di secondo grado fino a 120 mila euro, per comprare i libri di testo, device e zainetti agli studenti meno abbienti. La scuola deve arrivare a chi ha più difficoltà", ha annunciato il ministro

Il ministro della Pubblica istruzione Lucia Azzolina ha visitato questa mattina la scuola Giovanni Falcone di Palermo, situata nel quartiere Zen in via Pensabene. L’istituto è stato più volte oggetto di raid vandalici negli ultimi mesi, tanto che in questi giorni si è tenuto in prefettura un comitato dell'ordine e della sicurezza pubblica con al centro i fatti avvenuti nella scuola.

Le parole del ministro Lucia Azzolina

"In Sicilia come in altre parti d'Italia abbiamo l'obiettivo di migliorare gli spazi attualmente disponibili e di cercarne gli altri al di fuori dalla scuola, in luoghi come cinema e teatri e musei. Un modo per avvicinare gli studenti al mondo della cultura. Vogliamo potenziare l'organico con docenti e personale Ata", ha detto il ministro Azzolina, che poi ha annunciato: "Abbiamo attivato un bando da 236 milioni di euro, pubblicato oggi: ogni scuola secondaria di primo grado potrà avere fino a 100 mila euro, e le scuole secondarie di secondo grado fino a 120 mila euro, per comprare i libri di testo, device e zainetti destinati agli studenti meno abbienti. La scuola deve arrivare a chi ha più difficoltà: nessuno deve restare indietro, soprattutto in terre come la Sicilia". 

"Banchi singoli per nuove forme apprendimento"

"Stiamo lavorando molto bene con il commissario Arcuri - ha detto Azzolina parlando del commissario straordinario per l'emergenza coronavirus Domenico Arcuri -, stiamo investendo dei soldi per acquistare dei banchi singoli che possano essere arredi moderni e che possano restare. Si tratta di investimenti strutturali per le nostre scuole e che permetteranno forme di apprendimento nuove". 

Nuovi atti vandalici nelle scuole di Palermo

Intanto, anche nel giorno della visita del ministro alla Pubblica istruzione, si sono registrati nuovi atti vandalici ai danni delle scuole a Palermo, in particolare l'asilo comunale Peter Pan nel quartiere Cep e l'istituto comprensivo Madre Teresa di Calcutta nella zona della stazione centrale. Nell'asilo "sono stati frantumati numerosi vetri, consumato materiale didattico e imbrattati i locali - ha spiegato il sindaco Leoluca Orlando -. Sempre questa notte, inoltre, una squadra organizzata ha messo a segno un furto di rame nell'ala incompleta dell'Istituto comprensivo statale Madre Teresa di Calcutta. Vandalizzare e derubare asili e scuole cittadine significa sperperare un patrimonio destinato alla crescita personale e valoriale delle future generazioni e dell'intera comunità palermitana".

 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24