Coronavirus Sicilia, distribuiti 29 milioni di Dpi da inizio emergenza

Sicilia

Dal primo marzo a domenica 21 giugno sono stati consegnati a strutture sanitarie, case di riposo per anziani, residenze sanitarie assistite, Comuni, Prefetture e Forze dell'Ordine oltre 29 milioni e 460 mila dispositivi di protezione individuale e apparecchi sanitari

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Prosegue, di giorno in giorno, la distribuzione da parte della Regione Siciliana di dispositivi di protezione individuale e apparecchi sanitari. Dal primo marzo a domenica 21 giugno sono stati consegnati a strutture sanitarie, case di riposo per anziani, residenze sanitarie assistite, Comuni, Prefetture, Forze dell'Ordine, Esercito, ex Province, carceri, dipartimenti regionali, Confcommercio e Confesercenti oltre 29 milioni e 460 mila pezzi.
Nel frattempo, sono 28 i migranti risultati positivi al Covid-19 sulla Moby Zazà. Si tratta delle persone salvate in acque internazionali dalla nave Sea Watch e imbarcate poi sulla nave-quarantena che è in rada a Porto Empedocle (DIRETTA).

16:26 - Teatro Antico di Taormina torna a orari pre lockdown

L'orario di visita del Teatro Antico di Taormina, che con la riapertura post lockdown era fruibile dalle 17 alle 22, da mercoledì primo luglio tornerà a essere quello tradizionale, dalle 9 alle 19 tutti i giorni. L'orario si uniforma così a quello degli altri siti di Naxos (Museo e Area Archeologica) e Isola Bella. Conclusa una prima parte dei lavori al cantiere della cabina Enel che impegnava buona parte dell'accesso pedonale sulla via Teatro Greco, la direttrice del Parco Archeologico Naxos Taormina, l'archeologa Gabriella Tigano, ha dato disposizioni per aprire il monumento nell'orario consueto.
A incoraggiare la decisione sono anche i dati positivi, sebbene ancora piuttosto deboli, riscontrati nell'ultimo weekend al Teatro Antico e forniti da Aditus, concessionario dei servizi di biglietteria del Parco. Prendendo in esame il weekend 19-21 giugno appena trascorso, sono stati infatti 517 i visitatori del Teatro Antico: sono stati 115 venerdì, 188 sabato e 214 domenica, con una crescita del 59% rispetto al precedente fine settimana, quando erano stati complessivamente 325 gli ingressi al sito. Ragionando invece sull'intera settimana 15-21 giugno - e riunendo i dati dei tre siti del Parco (Taormina, Isola Bella e Naxos) i visitatori sono stati in tutto 1140 (739 in quella precedente).
"Sono numeri ancora più che deboli - commenta Tigano - che risentono inevitabilmente del ritardo con cui quest'anno si rimetterà in moto la macchina delle vacanze nazionale e internazionale. I veri assenti ad oggi sono gli stranieri, anche per la mancanza di collegamenti aerei internazionali. Le presenze straniere rappresentano da sempre la quota maggiore del turismo di Taormina e la loro assenza incide sensibilmente sui numeri di tutto il comparto e del suo indotto".

13:45 - Migranti, Sea Watch: "Osservate norme prevenzione Covid"

Sea Watch ha "osservato con rigore un protocollo medico di prevenzione Covid-19 a bordo, prima durante e dopo i soccorsi". Lo fa sapere la ong tedesca, spiegando che le 211 persone salvate in mare "hanno trascorso ore, a volte giorni, ammassate in imbarcazioni fatiscenti. Quasi tutti provengono da periodi di confinamento o detenzione di massa in condizioni disumane in Libia, dove i contagi da Covid sono raddoppiati nelle ultime due settimane".

12:27 - Vigile urbano positivo a test sierologico ad Agrigento

Lo screening sierologico per il Covid 19 condotto dall'Asp di Agrigento presso il Comando dei Vigili Urbani ha dato esito positivo per un agente di polizia locale. Per questa ragione è stato sottoposto a tampone rinofaringeo. Il risultato è atteso nelle prossime ore. L'agente si trova in isolamento. La situazione è sotto controllo. Questi esami hanno lo scopo di monitorare la diffusione del virus e di prevenire ogni possibilità di contagio. Fino a tutto domani, 25 giugno in attesa dell'esito, è stata disposta la sospensione dei servizi interni della Polizia locale, ad eccezione del servizio Cro e del servizio protocollo. Inoltre, è stata stabilita la sospensione del ricevimento del pubblico. Non saranno utilizzate le autovetture a servizio dell'infortunistica stradale. Disposta anche la sanificazione straordinaria dei locali e degli automezzi. Il servizio di pattuglia nelle turnazioni esterne prestabilite da ordine di servizio sarà reso soltanto con personale che ha eseguito il test sierologico con esito negativo. Il personale del settore con servizio non in presenza, sempre fino al 25 giugno compreso, presterà servizio in modalità di lavoro agile.

10:33 - Migranti: 28 positivi sulla Moby Zaza a Porto Empedocle

Sono 28 i migranti, salvati in acque internazionali dalla nave Sea Watch e imbarcati sulla nave-quarantena Moby Zazà che è in rada a Porto Empedocle (Agrigento), che sono risultati positivi al Covid-19. I tamponi sui 209 migranti presenti sulla Moby Zazà erano stati effettuati ieri mattina. Appena ieri sera era stato reso noto che uno dei migranti sbarcati dalla Sea Watch era stato ricoverato a Malattie infettive dell'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta. Inizialmente era un caso di sospetta tubercolosi. Poi l'esito del tampone aveva fatto chiarezza.

8:49 - Positivo un migrante della Sea Watch

Ricoverato al reparto di Malattie Infettive dell'ospedale Sant'Elia di Caltanissetta un migrante originario del Camerun sbarcato a Porto Empedocle dalla Sea Watch e risultato positivo al coronavirus. Inizialmente l'uomo era stato trasferito, nella notte tra sabato e domenica, come un caso sospetto di tubercolosi. Sottoposto al tampone per coronavirus l'esame ha dato esito positivo. A confermarlo il direttore generale dell'Asp di Caltanissetta Alessandro Caltagirone. Un altro migrante sarebbe stato ricoverato ed è in attesa dell'esito del tampone. 

7:42 - Riapre il museo Lilibeo-Marsala

Chiuso al pubblico per l'emergenza sanitaria "coronavirus", riapre oggi il Museo Archeologico regionale Lilibeo di Marsala. I visitatori potranno accedere, dalle 9 alle 19.30, sia dall'ingresso principale sul Lungomare Boeo, che da piazza della Vittoria. Quest'ultimo è l'ingresso principale all'annesso archeologico di Lilibeo, aperto al pubblico lo scorso 14 giugno. E così come per il parco, anche per il museo la direzione consiglia di effettuare la prenotazione on-line attraverso l'App Youline. In ossequio alle linee guida anti-Covid, i percorsi sono stati realizzati secondo una sola direzione. In base alle direttive nazionali dettate dall'emergenza Covid-19, inoltre, lsarà indispensabile l'uso di una mascherina. I gruppi guidati o accompagnati non dovranno superare le dodici unità, più la guida. Sarà possibile effettuare la visita dei due percorsi espositivi: l'uno dedicato ai rinvenimenti subacquei (nave punica di Lilibeo, nave tardo romana, relitti medievali), l'altro alla "splendidissima civitas Lilybetana" con i materiali dall'abitato, le fortificazioni, le vaste necropoli e i santuari. La visita alla scoperta dell'antica Lilibeo comprende la vasta area archeologica che costituisce il fulcro del Parco, con gli scavi delle Fortificazioni, le Terme, la strada romana Plateia Aelia e gli scavi adiacenti alla chiesa di S. Giovanni al Boeo. 

7:39 - Rinviato Premio Lampedus'amore Cristiana Matano

Dopo un'attenta e accurata riflessione, soprattutto alla luce del perdurare dell'emergenza del virus Covid-19 a livello nazionale e il susseguirsi delle ordinanze sulle misure di contenimento, l'associazione Occhiblu onlus ha deciso di rinviare al 25-27 settembre la quinta edizione di "Lampedus'Amore-Premio giornalistico internazionale Cristiana Matano", inizialmente prevista a Lampedusa per l'8-10 luglio. "Abbiamo atteso a lungo - dice Filippo Mulè, presidente dell'associazione Occhiblu onlus che organizza l'evento dal 2016 - poi abbiamo deciso di posticipare la manifestazione e darci due mesi e mezzo di tempo in più per sistemare ogni dettaglio e tenere conto di come si evolverà l'emergenza sanitaria. La manifestazione, comunque, si terrà anche stavolta all'aperto in Piazza Castello a Lampedusa, nel rispetto delle ordinanze in vigore in quel periodo, e i premi giornalistici, allestiti con il patrocinio del Parlamento Europeo e il contributo dell'Ordine Nazionale dei Giornalisti, dell'Ordine dei Giornalisti di Sicilia, della Federazione Nazionale della Stampa, dell'Assostampa Sicilia e Palermo, saranno regolarmente assegnati". Intanto la giuria - presieduta da Riccardo Arena e composta da Gaspare Borsellino, Felice Cavallaro, Raffaella Daino, Enrico Del Mercato, Roberto Gueli, Xavier Jacobelli, Francesco Nuccio, Elvira Terranova e Trisha Thomas - sta lavorando per esaminare i numerosi elaborati di partecipazione pervenuti e presto decreterà i vincitori. Il tema del Premio giornalistico di quest'anno, il cui bando è stato chiuso il 31 maggio, è: "Lampedusa, Mediterraneo di pace: occhio del mondo sulla coesistenza fra i popoli". Il concorso è riservato ai giornalisti italiani iscritti all'Ordine e ai giornalisti stranieri autori di articoli, inchieste e servizi andati in onda e/o pubblicati su carta stampata, tv, radio, agenzie di stampa e testate online (regolarmente registrate), tra il 1° giugno 2019 e il 31 maggio 2020.

7:34 - In Sicilia distribuiti oltre 29 milioni dispositivi di protezione individuale

Prosegue, di giorno in giorno, la distribuzione da parte della Regione Siciliana di dispositivi di protezione individuale e apparecchi sanitari. Dal primo marzo a domenica 21 giugno sono stati consegnati a strutture sanitarie, case di riposo per anziani, residenze sanitarie assistite, Comuni, Prefetture, Forze dell'Ordine, Esercito, ex Province, carceri, dipartimenti regionali, Confcommercio e Confesercenti oltre 29 milioni e 460 mila pezzi. In particolare, attraverso la Protezione civile della presidenza della Regione sono, stati distribuiti: oltre 20 milioni e 654 mila mascherine (chirurgiche, ffp2, Ffp3 e M95); 5 milioni e 194 mila guanti; due milioni e 166 mila dispositivi tra camici, calzari, tute e cuffie. Tra gli altri materiali distribuiti anche 414 mila tra occhiali e visiere, oltre 969 mila tamponi e kit diagnostici e 61 mila apparecchi sanitari. I dpi e il materiale consegnato proviene da acquisti diretti della Regione e della Protezione civile nazionale, oltre che da donazioni di privati.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.