Coronavirus Sicilia: 879 positivi, 2.292 guariti e 276 decessi

Sicilia
©Ansa

Sono 63 i pazienti ricoverati, di cui 6 in terapia intensiva, mentre 816 sono in isolamento domiciliare. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 157.868 su 134.035 persone: di queste, sono risultate positive in totale 3.447

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

In Sicilia le persone positive al coronavirus sono 879, (meno 25 rispetto a ieri), 2.292 sono guarite (+24) e 276 decedute (+1). Mentre sono 63 i pazienti (-4) ricoverati - di cui 6 in terapia intensiva (-1) - mentre 816 (-21) sono in isolamento domiciliare. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 157.868 (+2.995 rispetto a ieri), su 134.035 persone: di queste sono risultate positive 3.447. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

18:44 - Musumeci domani visiterà Agira e Leonforte

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, sarà domani mattina in visita ufficiale ad Agira, il Comune della provincia di Enna che per oltre un mese è rimasto "zona rossa" a seguito del contagio per il Coronavirus. Il governatore, alle 10.30, si recherà al municipio dove ad accoglierlo ci sarà il primo cittadino Maria Gaetana Greco. A seguire, Musumeci si recherà all'ospedale di Leonforte, il presidio sanitario più vicino al centro dell'entroterra ennese oggetto del focolaio. Il presidente sarà accompagnato dall'assessore alla Salute, Ruggero Razza. 

17:52 - In Sicilia 879 positivi, 2.292 guariti e 276 decessi

In Sicilia le persone positive al coronavirus sono 879, (meno 25 rispetto a ieri), 2.292 sono guarite (+24) e 276 decedute (+1). Mentre sono 63 i pazienti (-4) ricoverati - di cui 6 in terapia intensiva (-1) - mentre 816 (-21) sono in isolamento domiciliare. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 157.868 (+2.995 rispetto a ieri), su 134.035 persone: di queste sono risultate positive 3.447. Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana, sottolinenando che non vi sono nuovi contagi. 
Questi i casi di coronavirus riscontrati nelle varie province dell'Isola, aggiornati alle ore 15 di oggi, così come segnalati dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale. Agrigento, 32 (0 ricoverati, 108 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 13 (4, 152, 11); Catania, 402 (21, 570, 100); Enna, 8 (1, 388, 29); Messina, 130 (21, 378, 57); Palermo, 262 (15, 281, 37); Ragusa, 11 (0, 79, 7); Siracusa, 6 (1, 216, 29); Trapani, 15 (0, 120, 5).

15:27 - A tre ospedali siciliani 36mila mascherine dalla Cina

Saranno destinate agli Ospedali di Enna, Troina e Caltagirone 36.000 mascherine provenienti dal Tempio di Shaolin, il più antico Monastero Buddista della Cina, patrimonio dell'Umanità per l'Unesco e sito storico d'irradiazione della medicina tradizionale cinese. La donazione, parte di una spedizione più ampia, interamente a carico dei benefattori cinesi, è avvenuta grazie alle intese intercorse con il presidente del Rinnovamento nello Spirito, Salvatore Martinez, sotto l'egida dell'Ambasciata Italiana in Cina. "Un segno di amicizia nell'ambito di relazioni interculturali e interreligiose; un gesto di attenzione nel tempo del coronavirus, a sostegno di realtà che sono più bisognose di aiuto - rileva Rns -. A fondamento, l'esercizio della libertà religiosa e la costruzione di una fraternità universale su basi spirituali, nonché la manifestazione concreta della solidarietà e della carità tra i popoli, principi assai cari a Papa Francesco e primariamente necessari in questa stagione di mutua interdipendenza provocata dalla pandemia a livello mondiale". La cerimonia di consegna avverrà sabato prossimo, 6 giugno, alle 8.30 presso l'Ospedale "Umberto I" di Enna, alle 12.00 presso l'Ospedale "Gravina" di Caltagirone. alle 17.30 presso l'Istituto Irccs "Oasi Maria Santissima" di Troina. "La scelta di questi tre Plessi ospedalieri di "periferia", tra molti altri d'Italia, - ha dichiarato Martinez - risiede nel fatto che l'Ospedale di Enna, in condizioni di particolare necessità, è divenuto Covid ospitando molti pazienti già afflitti da disagio mentale provenienti dall'Oasi di Troina, anch'esso trasformatosi interamente in Covid per l'altissimo numero di contagiati. Caltagirone, poi, ha visto tra i pazienti Covid anche il Vescovo Peri, uno dei due Vescovi d'Italia ricoverati a causa del virus, adesso guarito e in convalescenza".

13:38 - Catania, ok a musica in pub ma fino a mezzanotte

Nelle zone di Catania di rilevanza storico-ambientale, all'esterno dei locali come bar, pub e ristoranti sono consentite le esecuzioni musicali, con esclusione di qualsiasi strumento a percussione. Lo ha stabilito il sindaco Salvo Pogliese con un'ordinanza che prescrive gli obblighi anti covid-19 a cui devono attenersi i titolari dei pubblici esercizi secondo le linee guida nazionali e regionali. Dovranno essere rispettati i limiti di immissione nell'ambiente imposti dalla vigente normativa e di quanto contenuto nel Regolamento Comunale per la tutela dall'inquinamento acustico e precisamente: dalle 20 alle 22 - 65 dB e dalle 22 alle 24 - 55 dB . Nel provvedimento, firmato d'intesa con l'assessore alle attività produttive Ludovico Balsamo, è ammessa anche l'amplificazione vocale e strumentale; le esecuzioni musicali devono comunque cessare alle ore 24 di ogni giorno. Per effettuare esecuzioni musicali si dovrà dare preventiva comunicazione alla Direzione Ecologia e Ambiente che, in caso di pluralità di richieste analoghe sulla stessa area - provvederà a concordare un'eventuale turnazione. Il concessionario dovrà, inoltre, assolvere agli obblighi dovuti nei confronti della SIAE. L'orario di chiusura per l'attività di ristorazione - bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, oltre che per l'asporto di chioschi e automezzi attrezzati ed autorizzati sul territorio comunale per la vendita di panini, è confermato alle ore 01 di notte. Per i soli esercizi di ristorazione è consentita mezz'ora di tolleranza per lo smontaggio degli arredi. Per i contravventori sono previsti le sanzioni delle norme anti covid-19, tra cui la chiusura dei locali per cinque giorni.

9:40 - Tornano regolari i collegamenti con le isole minori

I collegamenti marittimi con le isole minori della Sicilia tornano regolari. Il via libera lo ha dato il presidente della Regione Nello Musumeci dopo un incontro con i sindaci. "Con soddisfazione accogliamo la decisione - dice il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni - di raccogliere le istanze del nostro territorio e anche delle altre isole siciliane". Le compagnie di traghetti e aliscafi tornano a effettuare i servizi secondo gli assetti stagionali previsti dai contratti stipulati con la Regione e lo Stato. 

7:37 - Riprende l'attività dell'ospedale a Partinico

Terminata la sanificazione dei locali, è ripresa questa mattina l'attività dell'ospedale di Partinico, struttura che fino alla scorsa settimana era dedicata esclusivamente all'assistenza e cura dei pazienti Covid-positivi. Dalle 8 sono attivi il pronto soccorso (in funzione H24) con consulenza chirurgica e ortopedica, l'unità di medicina con diabetologia, il punto nascita con ostetricia e pediatria, l'unità di cardiologia e unità di terapia intensiva coronarica, l'unità di anestesia e rianimazione, il servizio sichiatrico di diagnosi e cura, radiologia e laboratorio d'analisi. L'ospedale garantirà anche le emergenze-urgenze chirurgiche e ortopediche con eventuale ricovero.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.