Coronavirus Sicilia, 2 nuovi casi nelle ultime 24 ore e nessun decesso

Sicilia
©LaPresse

Si mantiene stabile in Sicilia la situazione legata ai casi di coronavirus, con un calo delle persone positive e un aumento dei guariti

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Nelle ultime 24 ore in Sicilia sono risultate positive due persone, mentre attualmente sono ancora contagiate 1.137 (-8 rispetto a ieri). Dieci le persone guarite, nessun decesso. Lo rende noto la Regione Siciliana. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

18:15 - Fase 2: riaprono a Catania mercati del contadino

Da domenica 31 maggio riaprono al pubblico a Catania i mercati settimanali del contadino a km 0 di Piazza Giovanni Verga, Piazzale Sanzio e Piazza Aldo Moro, che prima del lockdown si svolgevano regolarmente nelle giornate domenicali, con compravendita direttamente dai produttori al consumatore. Lo ha stabilito il sindaco Salvo Pogliese con un'ordinanza firmata d'intesa con l'assessore alle attività produttive Ludovico Balsamo. Nell'ordinanza viene stabilito che la riapertura dei mercatini dei prodotti biologici deve essere accompagnata dal rigoroso rispetto delle regole di distanziamento interpersonale, di cautela e delle misure di sicurezza nei luoghi di lavoro. Tra queste l'utilizzo obbligatorio della mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca da parte degli utenti del mercato; gli accessi regolamentati e scaglionati in funzione degli spazi disponibili, differenziando ove possibile i percorsi di entrata e di uscita; disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani e l'uso dei guanti 'usa e getta' nelle attività di acquisto. Tra questi l'utilizzo obbligatorio della mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca da parte degli utenti del mercato; accessi regolamentati e scaglionati in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita; disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani e l'uso dei guanti "usa e getta" nelle attività di acquisto. 

18:11 - Fase 2: a Catania domenica e 2 giugno lungomare chiuso ad auto e moto

Il Lungomare di Catania domenica 31 maggio e martedì 2 giugno sarà chiuso alle auto e alle moto dalle 10 alle 20 e in quella fascia oraria sarà reso accessibile solamente ai pedoni ed alle biciclette. Lo ha stabilito il sindaco Salvo Pogliese con un'ordinanza emanata per favorire la passeggiata distanziata dei cittadini che, come accaduto nelle scorse domeniche, meteo permettendo, presumibilmente si riverseranno nella strada. "Un provvedimento che incoraggia la passeggiata sul nostro Lungomare - ha spiegato Pogliese - senza gli affolamenti che si sono registrati nelle scorse domenica sui marciapiedi, risultati troppo stretti per il flusso di cittadini che li percorrono a piedi o sul percorso ciclabile per chi utilizza le due ruote"."Per questa ragione - ha aggiunto - non abbiamo previsto iniziative e manifestazioni di alcun tipo.. I cittadini sia domenica e sia per la festa della Repubblica potranno godersi il lungomare in assoluta tranquillità sia in piedi che sulla bicicletta senza i pericoli del traffico veicolare". L'Amministrazione Comunale fa sapere che qualora il provvedimento darà risultati positivi, potrebbe essere ripetuto tutte le domeniche di giugno. 

18:09 - A Siracusa dimessi gli ultimi due pazienti

"Oggi, con grande gioia di tutti gli operatori del Covid center dell'ospedale Umberto I di Siracusa impegnati dall'inizio della emergenza, abbiamo dimesso gli ultimi due pazienti, clinicamente e virologicamente guariti dal covid-19. Lo stesso vale per i reparti Covid di Noto e di Augusta che già da una decina di giorni hanno dimesso l'ultimo paziente ricoverato". Lo ha reso noto il direttore f.f. del reparto Malattie Infettive Antonina Franco. "Non sappiamo se tale emergenza sia realmente superata sul nostro territorio - dice - né siamo in grado di prevedere se in un futuro prossimo possano verificarsi ulteriori recrudescenze di tale pandemia". L'Asp spiega che all'interno della nostra Unità operativa di Malattie infettive per molte settimane sono stati ricoverati più di 30 pazienti su 36 posti letto complessivi. Durante la gestione diagnostica e terapeutica dei pazienti affetti da covid-19 abbiamo constatato la poliedricità di manifestazioni cliniche che il virus può determinare: molteplici e diversificati tra loro per sintomatologia, fattori di rischio e risposta ai vari trattamenti sono stati i casi affrontati presso la nostra Unità. Spesso abbiamo riportato grandi successi terapeutici, altre volte siamo stati meno fortunati andando incontro ad alcuni insuccessi a causa di molteplici fattori". 

17:59 - In Sicilia situazione stabile, nessun decesso

Si mantiene stabile in Sicilia la situazione legata ai casi di coronavirus, con un calo delle persone positive e un aumento dei guariti oltre al fatto che non si registrano decessi. Questo il quadro riepilogativo della situazione nell'Isola. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 145.979 (+3.463 rispetto a ieri), su 125.340 persone: di queste sono risultate positive 3.440 (+2), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.137 (-8), 2.031 sono guarite (+10) e 272 decedute (0). Degli attuali 1.137 positivi, 74 pazienti (-6) sono ricoverati - di cui 7 in terapia intensiva (-1) - mentre 1.063 (-2) sono in isolamento domiciliare. Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.

17:32 - Fase 2: domani riaprono siti parco Naxos Taormina

Domani 30 maggio riaprono i tre siti del Parco Naxos Taormina: il Teatro Antico, il Museo di Naxois e Isola Bella. Come annunciato dal Governo Musumeci, l'ingresso sarà gratuito fino al 7 giugno, in coincidenza con la tradizionale prima domenica del mese gratis. Gli orari: Naxos e Isola Bella 9-19; Taormina, Teatro Antico 17-22. Occorre prenotare data e orario su sito del concessionario www.aditus.com.

17:08 - Fase 2: Prefettura, controlli nei luoghi della movida del Catanese

Per garantire il rispetto delle misure anti assembramento saranno intensificati i controlli delle forze dell'ordine in occasione dell'imminente ponte di festività tra il 30 maggio e 2 giugno. Lo ha deciso, alla luce dei recenti episodi di affollamento nelle località marinare che si sono verificati in seguito all'attenuazione delle misure di contenimento anti COVID-19, il prefetto di Catania durante una riunione, in video conferenza, del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica. Durante la riunione è stata incentivata, in particolare, l'attuazione dei metodi di dissuasione lungo il litorale costiero e le zone della "movida". Alla riunione hanno preso parte, tra gli altri, i sindaci di Catania, Acicastello ed Acireale, che si sono impegnati ad uniformare gli orari di chiusura degli esercizi pubblici. A Catania l'Autorità Portuale adotterà un analogo provvedimento a riguardo delle attività commerciali all'interno del porto. Il prefetto ha anche deciso di incrementare il numero dei presidi sul territorio per prevenire e contrastare la criminalità diffusa e predatoria e i fenomeni di abusivismo.In tali direzioni, alle iniziative e agli interventi pianificati dalle Forze dell'Ordine statali forniranno il contributo coordinato dalla Questura i militari dell'operazione "Strade sicure", la Polizia Stradale e le Polizie Municipali. 

15:20 - A Marsala distribuiti 8 mila pacchi spesa a 3 mila famiglie 

Ottomila pacchi della spesa distribuiti, negli ultimi due mesi, a 2885 mila famiglie in difficoltà economica. È questo il bilancio tracciato dal Comune di Marsala che in questo periodo di emergenza sanitaria da Covid-19 ha assistito, insieme ai volontari della Fondazione San Vito onlus (braccio operativo della Caritas), quanti si sono trovati senza un reddito per non aver più potuto svolgere il loro lavoro.

12:40 - Catania, riparte la chat urb@met sul profilo Facebook del Comune

L'Amministrazione comunale di Catania prosegue sulla strada dell'innovazione dei servizi semplificando sempre più i rapporti con i cittadini, le imprese e i professionisti. In questa ottica da lunedì prossimo 1/o giugno sarà riattivata la chat Urb@met sulla piattaforma social Facebook, un filo diretto con la direzione Urbanistica e Gestione del Territorio dedicato ai liberi professionisti per assicurare loro risposte immediate su edilizia ed urbanistica. 

11:59 - Torna la musica al Conservatorio di Palermo

Dopo la chiusura per la pandemia, il Conservatorio "Alessandro Scarlatti" di Palermo ricomincia a vivere attraverso il suono di alcuni strumenti. I primi studenti hanno ripreso ad esercitarsi in Istituto con accessi contingentati e rigorosi turni, che coinvolgono in prima battuta strumenti individuali nel rispetto della normativa in materia di prevenzione al covid-19, dopo che la sede di via Squarcialupo ha riaperto il 4 maggio scorso nel rispetto delle norme igienico sanitarie e di sicurezza. "A giugno" dice il direttore Gregorio Bertolino, "inizieranno i primi esami e i diplomi accademici in telepresenza, una novità assoluta per il Conservatorio, con canditati e commissioni a distanza in un luogo dove il confronto umano è fondamentale, come fondamentale è fare musica insieme, condividere emozioni, raggiungere lo stesso obiettivo ognuno con la propria specificità, comunicare con i suoni e con il gesto, gli sguardi, aiutarsi a vicenda". Da oltre due mesi, l'attività formativa continua a distanza con i docenti che, attraverso varie modalità telematiche o attraverso la piattaforma adottata dall'Istituto, hanno tenuto contatti e lezioni con gli studenti e li hanno guidati in questo periodo di emergenza. "Non sono mancate le difficoltà, superate grazie all'impegno di insegnanti e allievi", prosegue Gregorio Bertolino, "dovute alla peculiarità dell'insegnamento della musica che si nutre del contatto diretto tra maestri e allievi e che ha dovuto adattarsi a un nuovo modo di comunicare attraverso piattaforme non strutturate in maniera specifica per la trasmissione del suono. Il Conservatorio è comunque presente nel panorama culturale, e si appresta a vivere, attraverso i propri canali web, una manifestazione on-line programmata per il 21 giugno, giornata della musica, nella quale potremo ascoltare molte ore di musica che vedrà protagonisti i nostri studenti".

11:35 - Sequestrate oltre 400 mascherine a Palermo

I finanzieri del 2^ nucleo operativo metropolitano, hanno sequestrato in un negozio di articoli per la casa a Palermo nel quartiere "Pallavicino", 443 mascherine chirurgiche monouso, in vendita in violazione del codice del consumo. La segnalazione è arrivato al numero 117. Nelle mascherine mancavano tutte le indicazioni previste per legge. Il titolare dell'attività commerciale è stato segnalato alla camera di commercio per la sanzione amministrativa, che può variare da un minimo di 533 euro fino a un massimo di 25.833 euro.

11:02 - Ripartono da Nicolosi visite sull'Etna

Nicolosi, sulle falde dell'Etna, riparte e si prepara nuovamente ad accogliere i visitatori in tutta sicurezza. È questo il messaggio di ripresa divulgato dal sindaco Angelo Pulvirenti, che di concerto con tutta l'amministrazione comunale e nel totale rispetto delle disposizioni ministeriali dovute alla pandemia da Coronavirus, riapre il paese "porta dell'Etna" già da questo weekend. B&B, guide turistiche, negozi di abbigliamento, differenti esercizi commerciali e i tanti ristoratori presenti nel territorio tornano a lavorare in un ambiente sanificato e con ampi spazi per consentire il distanziamento sociale. 

10:57 - A Catania negozi aperti nelle domeniche e nei festivi

Per "sostenere la ripresa e arginare il disagio economico provocato alle attività commerciali dal Coronavirus" il sindaco di Catania Salvo Pogliese, d'intesa con l'assessore al Commercio Ludovico Balsamo, ha firmato un'ordinanza che autorizza la riapertura al pubblico nei giorni domenicali e festivi dei negozi di ogni genere, con eccezione di supermercati e outlet, per i quali continua a valere l'obbligo di chiusura domenicale. Lo rende noto l'ufficio stampa del Comune, aggiungendo che il provvedimento "è fondato sul riconoscimento della Regione Siciliana alla città di Catania quale Comune a vocazione turistica e città d'arte, che consente agli esercizi commerciali di rimanere aperti anche la domenica e i giorni festivi".

10:12 - Siracusa, visite gratis in ricordo vittime virus

Domani a Siracusa, in occasione della riapertura al pubblico dei siti culturali della città, si potrà visitare gratuitamente l'Area Archeologica della Neapolis e la Galleria Bellomo accompagnati dalle guide turistiche. Per partecipare basterà prenotare l'ingresso sul sito aditusculture.com scegliendo l'orario di ingresso e presentarsi all'entrata dei siti indossando guanti e mascherina.

9:55 - "Dica, anzi canti 33..." omaggio del Teatro Massimo ai sanitari

Da oggi al 31 maggio il teatro Massimo rende omaggio al personale sanitario che in questi lunghi mesi è stato protagonista, nelle corsie degli ospedali, della battaglia non ancora del tutto vinta per fronteggiare il dilagare del Coronavirus. E in attesa di riaprire al pubblico le porte del teatro, propone sulla webTv un programma originale di arie d'opera dal titolo "Dica, anzi canti 33. Percorsi a tema: medici e infermieri nelle corsie dell'opera tra farmaci e pozioni". Seguendo il filo rosso che attraversa alcuni degli spettacoli più belli prodotti dal Teatro negli ultimi anni, troviamo un vasto repertorio di discendenti di Ippocrate, veri o presunti: dal medico di famiglia Dottor Malatesta del Don Pasquale di Donizetti, a quello che assiste al delirio sonnambulo di Lady Macbeth nel Macbeth di Verdi con la regia di Emma Dante, dai finti medici del Barbiere di Siviglia di Rossini e di Così fan tutte di Mozart al dottor Dulcamara dell'Elisir d'amore. Ma ci sono anche quei casi in cui è la visione del regista a far indossare il camice ai personaggi in scena, come è avvenuto per Liù nella Turandot di Fabio Cherstich e Aes+F e anche ne La mano felice / Il castello del principe Barbablù nell'allestimento di ricci/forte. Il percorso musicale si conclude con il medico forse più famoso di tutti: il dottor Grenvil ne La traviata di Giuseppe Verdi, proposta al Teatro Massimo nel 2019 con la regia di Mario Pontiggia.

7:24 - Altra donna incinta ricoverata a Palermo

I sanitari del 118 hanno ricoverato un'altra donna incinta positiva al Covid-19 nel reparto di Pneumologia nell'ospedale Cervello a Palermo. Anche in questo caso la donna avrebbe accusato dei problemi respiratori. La gestante è alla 20esima settimana di gravidanza e le sue condizioni non vengono considerate gravi. "E' sotto stretto monitoraggio - dicono i medici - anche in questo caso e il feto non è in sofferenza". Restano invece gravi le condizioni della donna di 34 anni incinta originaria del Bangladesh, ma residente da anni a Palermo ricoverata in rianimazione da alcuni giorni all'ospedale Cervello risultata positiva al Covid-19. La donna è rientrata nel capoluogo siciliano da Londra. Il piccolo che ha in grembo al momento non ha segno di sofferenza la situazione è sempre monitorata.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.