Patti, truffa falsi maghi: si costituisce ottavo indagato

Sicilia
©Ansa

In manette F.R., figlio di E.P, accusata di essere a capo dell'organizzazione. L'uomo forniva assistenza nell'ambito della circonvenzione delle vittime e si occupava della riscossione del denaro contante, recandosi al domicilio dei truffati

A Patti, in provincia di Messina, la polizia ha arrestato F.R., ricercato nell'ambito dell'operazione "Majari", nella quale lo scorso martedì erano finite in manette altre sette persone per associazione per delinquere, truffa aggravata, violenza privata e tentativo di estorsione. (LA VICENDA)

La ricostruzione dei fatti

Gli indagati avrebbero truffato decine di persone fingendosi maghi e chiedendo somme di denaro per i loro riti esoterici. Una delle vittime avrebbe versato oltre un milione di euro. F.R. è figlio di E.P, accusata di essere a capo dell'organizzazione. L'uomo forniva assistenza nell'ambito della circonvenzione delle vittime e si occupava della riscossione del denaro contante, recandosi al domicilio dei truffati. L'uomo ha deciso di rientrare in Italia per consegnarsi alla polizia, dopo essere stato avvisato dal suo legale del provvedimento cautelare nei suoi confronti. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.