Maltempo a Palermo, danni per vento fino a 100 chilometri orari: problemi in provincia

Sicilia
Immagine di archivio (ANSA)

Chiuse le ville e i giardini del capoluogo. Sospesi i collegamenti marittimi con le isole minori. Riaperto il tratto della Statale 115 nel Ragusano chiuso a seguito dello straripamento del fiume Dirillo

Raffiche di vento fino a 100 chilometri orari hanno sferzato per tutta la notte tra Palermo e provincia, provocando seri danni in tutta la città (LE PREVISIONI PER IL WEEKEND). Per questo motivo, quest’oggi le ville e i giardini resteranno chiusi per precauzione. Sono anche sospesi i collegamenti marittimi con le isole minori.

I danni a Palermo

Nel capoluogo, intanto, si sono verificati diversi episodi. Nella borgata marinata di Mondello e in via Dante, al Foro Italico, diversi alberi sono caduti sopra le auto e per strada. In Corso Tukory alcune piante sono crollate davanti ad un bar, dove alcuni avventori che stavano mangiando arancine (come da tradizione per Santa Lucia) e sono stati sfiorati dai rami. A piazza Bologni è stato sradicato un gazebo, mentre in piazza Mordini alcune palme centenarie sono state abbattute.

I problemi in provincia

Disagi a causa del forte vento anche sull'autostrada Palermo Mazara del Vallo: nei pressi dello svincolo di Tommaso Natale un bagno chimico è finito sulla sede stradale. Diverse strade chiuse per la presenza di grossi alberi, invece, nella zona di Partinico, San Martino delle Scale, Misilmeri.  

Isole Eolie isolate da due giorni

A causa del vento che ha raggiunto la velocità di 80 chilometri orari, le isole Eolie (nel Messinese) continuano a non essere raggiungibili. Stromboli, Ginostra, Panarea, Alicudi e Filicudi sono isolate da due giorni. Lipari, Salina e Vulcano, invece, da ieri pomeriggio. Le raffiche hanno provocato danni a coltivazioni, abitazioni, strutture pubbliche e nei porti. Le mareggiate hanno invaso l'abitato di San Gaetano ad Acquacalda, investito il porto di San Pietro e danneggiato la già precaria struttura portuale di Ginostra. In quest'ultima frazione marinara i rifiuti parcheggiati nell'area portuale sono stati portati via dalle onde.

Straripa il fiume Dirillo: riaperto il tratto della Statale 115

E' stato riaperto al traffico il tratto di 5 chilomentri della Statale 115 (la 'Sud Occidentale Sicula' che collega Trapani e Siracusa) nel territorio di Acate (nel Ragusano), chiuso a seguito dello straripamento del fiume Dirillo in entrambe le direzioni.

Interventi dei vigili del fuoco nel Nisseno

Sono state una dozzina le operazioni nel Nisseno dei vigili del fuoco del comando provinciale di Caltanissetta, effettuate la notte scorsa a causa dei danni provocati dal forte vento. Una trentina in totale le richieste di soccorso, con altre 18 operazioni già in coda. I pompieri sono stati impegnati soprattutto a Caltanissetta, Mazzarino e Gela e stanno agendo in queste ore per ordine di priorità.
I danni maggiori si sono verificati nella notte a Gela, nel quartiere Macchitella, dove forti raffiche di vento hanno sradicato alberi, grondaie e i tetti di alcune abitazioni. Nel capoluogo sono caduti degli alberi in contrada Sabucina. In via Luigi Monaco si sono registrati interventi per alcune lamiere pericolanti, diversi cartelli pubblicitari volati via e semafori danneggiati. A Niscemi, Mussomeli e Villalba, invece, sono state rimosse alcune piante cadute in strada. Una guaina di copertura di un fabbricato, a Caltanissetta, si è staccata abbattendosi sulle auto in sosta, danneggiandole. Forti raffiche di vento anche sulla costa gelese dove in nottata sono caduti alberi, grondaie e anche alcuni tetti.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24