Travolge bimbi con l'auto: indagato resta in carcere. Accusato solo di omicidio stradale

Sicilia

Si è svolto oggi nel carcere di Ragusa l'interrogatorio di garanzia di Rosario Greco, il 37enne che giovedì sera ha investito e ucciso due ragazzini di 11 e 12 anni. All'uomo non è stata contestata l'omissione di soccorso

Resta in carcere Rosario Greco, il 37enne di Vittoria che giovedì sera, 11 luglio, ha investito e ucciso due cugini di 11 e 12 anni, Alessio e Simone D'Antonio. A deciderlo è stato il Gip, Andrea Reale, che ha convalidato l'arresto e confermato la custodia cautelare in carcere. Oggi, lunedì 15 luglio, nel carcere di Ragusa si è svolto l'interrogatorio di garanzia di Greco. L’uomo, che avrebbe assunto alcol e droghe prima di mettersi alla guida quel giorno, è accusato di omicidio stradale plurimo con l'aggravante dello stato di ubriachezza e non gli viene contestata l'omissione di concorso. Da quanto si è appreso, Greco non ha precedenti penali. All'uscita dal carcere il suo difensore di fiducia, Nunzio Citrella, non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito all’interrogatorio, durato poco meno di un’ora. "Nessun commento - ha detto l'avvocato di Greco - è un momento straziante e non mi pare opportuno aggiungere altro. Ha risposto alle domande del Gip? No comment".

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24