Covid, De Luca sui vaccini: “Se necessario rinvieremo inizio scuola"

Campania

Lo ha dichiarato il governatore della Regione nella consueta diretta settimanale per fare il punto sull'emergenza sanitaria: "Dopo agosto vedremo quando far cominciare l'anno scolastico in base al livello di vaccinazione che avremo della popolazione studentesca. Arriveremo all'immunità di gregge del 70% anche a costo di ritardare l'apertura dell'anno scolastico"

"Dopo agosto vedremo quando far cominciare l'anno scolastico in base al livello di vaccinazione che avremo della popolazione studentesca. Arriveremo all'immunità di gregge del 70% anche a costo di ritardare l'apertura dell'anno scolastico". Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nella consueta diretta settimanale per fare il punto sull'emergenza sanitaria, questa volta iniziata ricordando l'incidente di Capri di ieri in cui è morto "un giovane autista che guidava un pulmino sull'isola": "Esprimo la nostra vicinanza a questo giovane autista colto da un malore, che ha cercato di accostare il bus per evitare danni e non c'è riuscito. Una tragedia che poteva essere molto più grande. Il nostro cordoglio va alla famiglia del giovane Emanuele". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA - LA SITUAZIONE IN CAMPANIA).

16:27 - De Luca a Mattarella: "Esempio di sobrietà e serietà"

 "Un augurio al presidente Mattarella per i suoi 80 anni, gli auguriamo lunga vita". Lo ha detto il governatore campano Vincenzo De Luca nella sua diretta Facebook. "Al di là di ogni valutazione politica - ha aggiunto De Luca - che quello di Mattarella sia un esempio di sobrietà, serietà, semplicità per chi ha funzioni pubbliche. Come sarebbe bello se uscissimo da questo decennio di sguaiataggine nella vita pubblica e cominciassimo a riprendere abitudini di sobrietà come quelle del presidente Mattarella".

16:21 - De Luca: "No a eventi con assembramenti come festa Sant'Anna a Ischia"

"Vi prego di avere senso di responsabilità - ha dichiarato ancora De Luca - invito gli amministratori pubblici a eliminare ogni evento che determini assembramenti incontrollabili. Dobbiamo spegnere subito possibili focolai in Campania e sospendere una serie di eventi nell'ambito dei quali non è possibile evitare gli assembramenti. Al Giffoni si è deciso di annullare i concerti, ringrazio gli organizzatori e il sindaco di Giffoni, sarebbe irresponsabile far nascere un focolaio in quell'evento. Problemi analoghi ci sono per eventi religiosi, non credo ad esempio ci siano le condizioni per la festa di Sant'Anna a Ischia. C'è stata una valutazione di Asl e polizia, si pensava di limitare le presenze con il Green pass, ma si rischiava di avere un muro di 9000 persone sul molo di Ischia, incontrollabile. Sarebbe un delitto per una giornata di festa pregiudicare le attività economiche e turistiche per i mesi che abbiamo davanti. Su 9000 persone hai almeno il 10% di non vaccinati, quindi 900 non vaccinati, e hai statisticamente 4-500 positivi, magari non sintomatici ma li hai, che resterebbero senza controllo e innescherebbero una reazione a catena che aumenta il contagio".

16:07 - De Luca sui vaccini: "Per fine luglio 3 milioni con richiamo"

"Finora abbiamo fatto in Campania 6,2 milioni di vaccinazioni, nell'ambito di questo bacino 2,7 milioni di cittadini campani hanno avuto la seconda dose, l'obiettivo per fine luglio è di arrivare a tre milioni di campani con la seconda dose". Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. "Proseguiamo così - ha aggiunto - abbiamo rilevato anche una ripresa di vaccinazioni per la prima dose, su cui c'era stato un rilassamento". De Luca ha anche ricordato che la Regione "ha inasprito i controlli a Capodichino e alla stazione ferroviaria. E' assurdo che non ci sia un piano specifico per le forze dell'ordine di controllo del territorio, non capisco come si combatte il virus con controlli zero. All'una di notte nei locali ci sono le feste da ballo, ragazzi che si passano le bottiglie di birra. A volte mi meraviglio non della crescita del contagio, ma che cresca in maniera limitata visto quello che è successo nelle ultime settimane".

16:05 - De Luca sul Green pass: "Servizi in più a chi è vaccinato"

Il Green Pass non significa togliere niente a nessuno, ma dare servizi in più a chi dimostra di essersi vaccinato". Lo ha affermato il governatore della Campania Vincenzo De Luca nella sua diretta Facebook del venerdì. De Luca ha ricordato anche la card regionale: "a oggi in Campania - ha detto - abbiamo distribuito 700.000 green card a chi ha fatto la seconda dose, abbiamo stampato 2,2 milioni di tessere, che avranno stesso lo valore della green card nazionale. Ricordo che la Green Card nazionale riporta le informazioni della Regione, perché il ministero le chiede a noi. Quindi la carta della Campania ha valore per partecipare a eventi pubblici".

15:54 - De Luca sui vaccini: "Se necessario rinvieremo inizio scuola"

"Dopo agosto vedremo quando far cominciare l'anno scolastico in base al livello di vaccinazione che avremo della popolazione studentesca. Arriveremo all'immunità di gregge del 70% anche a costo di ritardare l'apertura dell'anno scolastico". Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, precisando che il rinvio servirebbe "a non avere classi in cui magari abbiamo la metà degli studenti in presenza e la metà in dad. Sarebbe un disastro e va evitato in maniera assoluta. Dobbiamo vaccinare tutti a scuola per avere l'immunità di gregge, per non avere proprio la dad: dipende solo da noi avere il 70% della popolazione studentesca vaccinata, usiamo per riuscirci queste giornate di luglio e l'ultima settimana di agosto, poi vedremo. Intanto devo ringraziare il personale scolastico che in Campania è ormai immunizzato al 100%, dando prova di grande responsabilità".

15:44 - De Luca sul Green pass: "Ipotesi seria di Bonomi su luoghi di lavoro"

"Il presidente di Confindustria Bonomi ha parlato di vaccinazione obbligatoria sui luoghi di lavoro, mi sembra un'ipotesi seria". Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. "Consultiamo - ha aggiunto - i sindacati ma anche sui luoghi di lavoro dobbiamo pretendere che chi lavora in una comunità rispetti la comunità e si vaccini. Non vedo attentati alle libertà, condivido quindi la posizione di Bonomi integrando la sua proposta con la codecisione con i sindacati".

15:37 - De Luca: "Salvini e FdI sono nemici dell'economia"

"Ci sono alcuni politici - ha affermato De Luca - che dicono di voler difendere le attività economiche e invece le danneggiano. Il primo nemico dell'economia è Salvini, ma anche tanti di Fratelli d'Italia, perché le loro posizioni rischiano di far aumentare il contagio e far chiudere di nuovo le attività, pur di lucrare sulla demagogia di breve periodo. L'Italia ha deciso di non rendere più obbligatoria la mascherina all'aperto, per dare un contentino a Salvini abbiamo accelerato la diffusione del covid, tranne in Campania dove è ancora obbligatoria. Nessuno ama portare la mascherina d'estate ma un piccolo sacrificio ci porta un grande beneficio. Quando il segretario della Lega dice che sotto i 40 anni possiamo evitare di fare il vaccino, siamo alla follia, i dati oggi ci dicono che l'età media del contagio è scesa a 28 anni".

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24