Whirlpool Napoli, domani luci spente nella sede del Comune

Campania

L'iniziativa simbolica è stata "fortemente voluta dal sindaco Luigi de Magistris e dall'assessore al Lavoro Monica Buonanno"

Luci spente domani a Napoli a Palazzo San Giacomo, sede del Comune, al Maschio Angioino e in Piazza Municipio. L'iniziativa - "fortemente voluta dal sindaco Luigi de Magistris e dall'assessore al Lavoro Monica Buonanno", si sottolinea - intende portare l'attenzione delle istituzioni e della popolazione sulla vicenda Whirlpool e sul dramma che rischiano di vivere i 400 lavoratori dello stabilimento di via Argine. L'invito poi è a replicare il gesto simbolico presso altre sedi istituzionali, aziendali, sindacali, sociali ma anche nelle case e negli uffici. Ieri, giornata di tensioni nell'area est della città con l'occupazione dello svincolo autostradale in corrispondenza dello stabilimento di via Argine.

Le parole del sindaco Luigi de Magistris

leggi anche

Whirlpool, premier Conte: impegno massimo per rilancio sito produttivo

"Se si chiude Whirlpool - spiegano il sindaco e l'assessore - si spegne Napoli. È inaccettabile e impensabile perdere le competenze e la comunità di lavoratori, soprattutto in una situazione delicata come quella di oggi, aggravata dalla pandemia che sta mettendo in ginocchio il Paese e i mercati. Se lasciamo andare via Whirlpool da Napoli, il tessuto produttivo locale subirà l'ennesimo colpo mortale. Il Governo ci ascolti e intervenga: c'è ancora tempo per non spegnere Napoli". La sollecitazione è "Spegniamo le luci in città a sostegno di Whirlpool il 30 ottobre dalle 19.00 e dimostriamo insieme che al buio della sconfitta si risponde con la luce delle lotte e delle vittorie".

Le prossime assemblee

leggi anche

Sindacati: il 31 Whirlpool chiude Napoli, serve azione urgente

Intanto, un clima di attesa e preoccupazione ha caratterizzato l'assemblea convocata oggi dalla Rsu della fabbrica. I segretari provinciali di Fim Fiom e Uilm hanno ribadito ai lavoratori la netta opposizione del sindacato alla chiusura del sito. Domani mattina ci sarà l'incontro via web tra il premier Conte e i leader del sindacato. Alle 13, invece, una nuova assemblea, seguita da una terza, sabato mattina, aperta alle forze politiche, istituzionali e sociali che hanno seguito la vertenza in questi drammatici mesi.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24