Coronavirus Campania, sale il numero di casi a Torre del Greco

Campania
©Getty

Sale dunque a 28 l'attuale bilancio dei cittadini risultati positivi al tampone, tutti con assenza di sintomi o sintomatologie lievi che non hanno richiesto finora il ricovero presso le strutture ospedaliere

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

Cresce il numero dei positivi al Coronavirus a Torre del Greco, in provincia di Napoli: ora sono quattro in più.

Intanto, il pronto soccorso dell'Ospedale Cardarelli di Napoli è stato chiuso nel tardo pomeriggio di ieri  a causa del numero di pazienti risultati positivi al test rapido sul Covid-19. La struttura è stata riaperta nella notte di oggi.

In mattinata il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha fatto sapere che “l'obiettivo è di dare i risultati dei tamponi entro le 24 ore". Poi che lunedì firmerà il rinvio "dell'apertura dell'anno scolastico".

Nelle ultime 24 ore 119 positivi in Campania, di cui 18 casi dalla Sardegna, 11 dall'estero e 21 connessi ai rientri, su un totale di 6.841 tamponi complessivi (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI).

16:59 - In Campania 119 nuovi contagi

Sono 119 i positivi del giorno in Campania, di cui 18 casi dalla Sardegna, 11 dall'estero e 21 connessi ai rientri su un totale di 6.841 tamponi complessivi. Il totale dei positivi sale a 7.768 su 449.451 tamponi. Si registra una vittima. Il totale dei deceduti in Campania arriva a 448 Guariti del giorno sono 5 per un totale di 4.476 (di cui 4.471 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

15:59 - Premio Ischia 2020, gli eventi saranno in streaming

L'edizione 2020 del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo si svolgerà nel rispetto scrupoloso delle normative anti contagio: le cerimonie di consegna dei riconoscimenti, i dibattiti, le conferenze e anche i momenti di intrattenimento musicale che faranno da cornice al Premio anche quest'anno saranno infatti trasmessi in live streaming sulla pagina facebook "Premio Ischia", "garantendo così - dicono gli organizzatori - la piena ed integrale visione e fruizione degli eventi ed evitando gli assembramenti". Oltre ai protagonisti del mondo dell'informazione, politica e comunicazione la 41/a edizione del Premio vedrà come ospiti Michele Zarrillo, Gigi e Ross, Paolo Jannacci e gli Audio Due, mentre la conduzione della serata finale sarà affidata a Roberta Ammendola. La cerimonia di consegna dei premi della 41/a edizione si terrà il 12 settembre a Lacco Ameno.

13:59 - Scuola, De Luca: "Trasporti non sono pronti"

"Il trasporto scolastico è un altro dei problemi discussi e per i quali non apriamo il 14 settembre la scuola, perché i Comuni non sono pronti". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a margine dell'incontro con i cittadini a Vallo della Lucania (Sa). "Abbiamo deciso - ha spiegato De Luca - un contributo straordinario ai Comuni per servizi integrativi, altrimenti li facciamo noi come Regione, impegniamo il settore del trasporto privato, ci sono decine di società che fanno gite scolastiche che ora non si fanno e a noi servono centinaia di bus in più per garantire trasporto scolastico". De Luca ha sottolineato che il lavoro di preparazione dell'apertura dell'anno scolastico si svolge "sperando che arrivino da Roma le forniture di banchi singoli che il Governo si è impegnato a mandare. So bene che la carenza in Campania, Sicilia e Lazio è molto forte e non potrà arrivare tutto in 24 ore, ma mandiamo i banchi singoli altrimenti neanche dopo le elezioni possiamo essere tranquilli per l'avvio dell'anno scolastico".

13:33 - Autista positivo, Anm: “Nessun rischio contagio utenti

"Un autista dell'Anm - sottolinea una nota dell'Azienda trasporti napoletana che ripercorre quanto accaduto - è risultato positivo al tampone per Covid-19. Il dipendente si era recato in ospedale per curare un'altra patologia ed è stato sottoposto al tampone, risultando positivo. L'ultimo giorno di lavoro del dipendente, in forza al deposito di via delle Puglie, è stato mercoledì 2 settembre. Le linee su cui l'autista ha effettuato servizio negli ultimi giorni di attività sono 175 (2/9), 173 (1/9), 151 (31/8), 116 (29/8), 196 (28/8), 175 (26/8), 196 (25/8). I mezzi e i locali di lavoro, nel rispetto dei protocolli di sicurezza, sono stati oggetto di quotidiana sanificazione dal coronavirus e la distanza tra l'autista e i passeggeri istituita a bordo all'avvio dell'emergenza e l'inibizione della porta anteriore fanno sì che non ci sia rischio di contagio per gli utenti". ANM sta individuando gli autisti "che hanno scambiato e condiviso le vetture con il dipendente risultato positivo, perché possano attivare le procedure con le ASL e sta ampliando le verifiche agli ultimi dieci giorni di lavoro. A fronte dell'evento, gli ambienti di lavoro frequentati in questi giorni dal dipendente saranno oggetto di una ulteriore attività di sanificazione straordinaria. Anm ha anche contattato le autorità sanitarie mettendole al corrente della positività per tutta la precisata collaborazione".

13:02 - Vincenzo De Luca: "In 24 ore dovremo distinguerlo da influenza"

"Fra qualche settimana avremo la diffusione del virus dell'influenza. Sarà un passaggio decisivo perché il piano tamponi funzioni. Dobbiamo sapere in 24 ore se chi ha la febbre ha influenza o Covid, altrimenti avremo i pronto soccorso degli ospedali inondati". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a Vallo della Lucania.

12:53 - "Focolaio" tra Avellino e Mecogliano

Ventuno persone risultate positive dalla fine di agosto tra Avellino e Mercogliano e altre 185 poste in isolamento fiduciario. Questo è il cluster della provincia di Avellino su cui si stanno concentrando monitoraggi e controlli da parte delle autorità sanitarie. Difficile ricostruire l'origine dei nuovi contagi, tra i quali quattro dipendenti della Provincia di Avellino e tra questi un intero nucleo familiare. L'ipotesi che è alla ricerca di conferme, è quella di un super diffusore rientrato in città dopo le vacanze. Ad Avellino, il sindaco Gianluca Festa ha firmato un'ordinanza con la quale viene imposto l'uso della mascherina, a partire dalle ore 18, per tutti quelli che frequentano il centro città. A Mercogliano il sindaco Vittorio D'Alessio ha sospeso per precauzione tutte le manifestazioni e spettacoli in programma nel fine settimana.

12:35 - Polizia interrompe a Napoli tre feste in strada

Gli agenti del commissariato di polizia San Ferdinando di Napoli, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in piazzetta Rosario di Palazzo per segnalazioni di assembramenti e musica ad alto volume. Alla vista degli agenti le persone presenti si sono allontanate e i poliziotti hanno identificato due uomini che stavano montando alcune casse acustiche su disposizione del manager di un cantante neomelodico che avrebbe dovuto esibirsi per festeggiare una promessa di matrimonio. Nella stessa serata gli agenti sono intervenuti in vicoletto 1° Cavone dove era in corso una festa in strada in occasione di un 18esimo compleanno con l'allestimento di un palco che occupava l'intera strada pubblica; sul posto vi erano numerose persone che, senza il rispetto del distanziamento sociale e senza utilizzare la mascherina, sono state allontanate con difficoltà mentre gli organizzatori, zio e madre della festeggiata, sono stati sanzionati per inottemperanza alle misure anti-Covid-19. Infine, gli agenti del Commissariato Bagnoli sono intervenuti in via Boezio poiché era stato segnalato un palco in strada con un assembramento di persone. I poliziotti, dopo aver fatto defluire le tante persone presenti, hanno identificato l'organizzatore che ha riferito di aver organizzato una serata canora per il compleanno del figlio minore e lo hanno sanzionato per inottemperanza alle misure anti-Covid-19.

12:34 - Vincenzo De Luca: "Lunedì firmo rinvio, politici chiedano scusa"

"Alle attuali condizioni lunedì formalizziamo il rinvio dell'apertura dell'anno scolastico. Il governo e tutte le forze politiche dovrebbero chiedere scusa perché tutti erano d'accordo tranne me a far coincidere l'apertura dell'anno scolastico con il voto delle regionali e del referendum. Un atto di demenzialità, la Campania è l'unica che aveva detto di no". Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Facebook da Vallo della Lucania. "Questo non è un paese serio - ha aggiunto - ma un circo equestre. Si è concentrata in una settimana l'apertura delle scuole, l'apertura dei seggi e anche il via al campionato di calcio. Non ci sono parole per il livello di dilettantismo che abbiamo riscontrato in questi mesi".

12:27 - Vincenzo De Luca a Governo: "Forze dell'ordine non fanno controlli"

"L'insieme delle forze dell'ordine non è impegnata nel rispetto delle regole del Covid. A queste condizioni l'Italia si prepara al disastro: invito il governo a dirci qual è l'attività di 200-300mila persone delle forze dell'ordine per il rispetto delle norme". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in diretta Facebook da Vallo della Lucania. "Io rilevo - ha spiegato - che non c'è un piano nazionale delle forze dell'ordine per il rispetto delle ordinanze, quindi o controlliamo il rispetto delle regole oppure l'Italia va a sbattere. L'opportunismo non va bene, bisogna guardare in faccia i problemi. Visto che i controlli non vengono fatti bisogna mettere il conto che il 40% dei contagiati è in giro, asintomatici ma aggressivi nel contagio. Quindi il mio appello al governo è di dire all'Italia qual è il sistema di controllo delle regole messo in piedi, senza controllo le ordinanze non servono a nulla. In tutta Italia non c'è uno che dopo le 18 indossa la mascherina. O fate ordinanze serie, più ridotte ma che vengono rispettate o meglio che non fate niente, perché diventa un invito a non rispettare le regole quindi un'aggravante". 

12:24 - Vincenzo De Luca: "No controlli, fra un mese boom contagi in Italia"

"La Campania è l'unica Regione che fa i controlli a tutti coloro che tornano dall'estero. Le altre Regioni non lo fanno, quindi abbiamo in giro migliaia di persone positive e non controllate. Credo che tra un mese avremo una esplosione di contagi in Italia e non stiamo raccontando la verità agli italiani". Lo ha detto il governatore della Campania Vincenzo De Luca in diretta Facebook da Vallo della Lucania. Poi: "Dal 12 agosto a oggi in Campania circa 1.500 persone erano positive da rientro. Se non avessimo fatto questo controllo avremo oggi circa tremila persone asintomatiche, i contagiati e i contatti, in giro. Se rapporto questa nostra esperienza a quella italiana vi lascio immaginare qual è la situazione nelle Regioni del nord. La mia impressione è che abbiamo un paese abbandonato a se stesso dal punto di vista dei controlli".

11:50 - Vincenzo De Luca: “Obiettivo è avere risultati tamponi in 24 ore”

"Il nostro obiettivo è di dare i risultati dei tamponi entro le 24 ore", ha affermato il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, parlando a Vallo della Lucania (Salerno). Al momento si registrano attese anche di sette/otto giorni per conoscere gli esiti. Le strutture che processano i tamponi sono sovraccaricate perché è notevolmente aumentato il numero dei tamponi. De Luca ha poi aggiunto che si punta a far fare i tamponi a tutto il personale scolastico. A ieri i docenti che hanno aderito è del 23,8 per cento.

11:33 - Appello dell'Uspp a De Luca: “Test per polizia penitenziaria”

L'Unione dei Sindacati della Polizia Penitenziaria "ritiene gravissimo che, a differenza delle altre province campane, dove il personale in servizio negli istituti di pena è stato sottoposto ai test sierologici, negli istituti della città di Napoli di Poggioreale e Secondigliano ed i relativi uffici e servizi (Prap UST Scuole) l'ASL NA 1 sebbene sollecitata dall'Amministrazione penitenziaria regionale, non abbia ancora provveduto alla somministrazione dei suddetti test". "Chiamiamo in causa direttamente il Presidente De Luca - continua la nota a firma del segretario regionale Ciro Auricchio e del presidente Giuseppe Moretti - affinché, a fronte dell'emergenza di questi giorni, interceda direttamente con il direttore dell'ASL NA 1 dott. Ciro Verdoliva perché, come fatto per il personale scolastico, anche la Polizia Penitenziaria in servizio nelle carceri napoletane sia sottoposta a screening per l'individuazione di eventuali positivi". "Tale azione si ritiene non più rinviabile perché necessaria ad arginare l'insorgere di possibili pericolosissimi focolai in istituti sovraffollati come quelli di Poggioreale e Secondigliano, notoriamente tra gli istituti di pena più sovraffollati d'Europa".

10:57 – Usb: “Autista Anm positivo a Covid-19”

Un autista Anm (Azienda napoletana mobilità) è risultato positivo a Covid-19 ed è ricoverato al Cardarelli. Lo rende noto il sindacato Usb. "Non più di una settimana fa avevamo richiesto di effettuare i test sierologici a tutti i lavoratori dei trasporti, di garantire i necessari DPI e di potenziare le attività di sanificazione", dice Adolfo Vallini.

9:31 - Cresce il numero dei casi a Torre del Greco

Cresce il numero dei positivi al Coronavirus a Torre del Greco (Napoli). Il Centro operativo comunale, presieduto dal sindaco Giovanni Palomba e convocato in maniera permanente a palazzo Baronale, ha infatti comunicato, al termine dell'aggiornamento con i responsabili dell'Asl Napoli 3 Sud e con l'unità di crisi regionali, quattro nuovi casi di contagio; da; Covid-19, tutti in forma asintomatica. Il Coc precisa, in una nota diffusa dal portavoce del sindaco della città vesuviana, che si tratta ''dell'accertata positività a mezzo tampone di giovani rientranti da località turistiche italiane'', sottoposti al regime di isolamento domiciliare. Sale dunque a 28 l'attuale bilancio dei cittadini risultati positivi al tampone, tutti con assenza di sintomi o sintomatologie lievi che non hanno richiesto finora il ricovero presso le strutture ospedaliere.

9:06 - Riaperto il pronto soccorso del Cardarelli

Ha riaperto nella notte il pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli, chiuso nel tardo pomeriggio di ieri per il numero di pazienti, giunti per altre patologie, poi risultati positivi al Covid-19. A seguito delle operazioni di sanificazione, il pronto soccorso dell'Azienda ospedaliera è stato regolarmente riaperto. "Al fine di evitare di generare allarmismi - si legge in una nota dei vertici del Cardarelli - si precisa che le operazioni di sanificazione delle aree del pronto soccorso non sono state dettate da un elevato numero di pazienti risultati positivi al Covid-19, ma dall'esigenza di garantire la massima sicurezza dei degenti e degli operatori sanitari a causa del passaggio, come in questo caso, di un paziente risultato successivamente positivo negli ambienti del pronto soccorso". Fin dall'inizio della pandemia, "la linea del management dell'Azienda ospedaliera Antonio Cardarelli di Napoli è stata quella di porre in essere protocolli di massima prudenza, necessari a prevenire e contrastare eventuali occasioni di contagio".

8:36 - Il sindaco di Casal di Principe ricoverato per motivi precauzionali

Il sindaco di Casal di Principe (Caserta), Renato Natale, risultato positivo al Coronavirus, è stato ricoverato in ospedale per motivi precauzionali. Natale aveva scoperto di essere contagiato a Milano, dove si era recato a trovare la figlia. Era rimasto in quarantena a casa della congiunta ma l'aumento della temperatura corporea e un intasamento delle vie respiratorie lo hanno convinto a richiedere il ricovero in una struttura sanitaria del capoluogo lombardo.

8:26 - Napoli, chiuso il pronto soccorso del Cardarelli

Il pronto soccorso dell' Ospedale Cardarelli di Napoli è stato chiuso nel tardo pomeriggio a causa del numero di pazienti risultati positivi al test rapido sul Covid-19. Sarebbero una decina i pazienti giunti al Pronto soccorso per patologie diverse, e risultati positivi al Covid 19 dopo il test rapido. Il Pronto soccorso sarà sottoposto a sanificazione e riaprirà quando le operazioni saranno completate.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24