Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Napoli, tentato furto in casa del calciatore Allan: indagini in corso

I titoli delle 13 di Sky TG24 del 9/11

2' di lettura

L'episodio, che potrebbe essere legato al clima teso tra squadra e ultras, è avvenuto quando in casa c'erano la moglie e i figli. Sono in corso le indagini dei carabinieri

Il centrocampista brasiliano del Napoli Allan ha subito ieri un tentativo di furto (I CALCIATORI VITTIME DI FURTI E RAPINE) nella sua abitazione a Pozzuoli. L'episodio è avvenuto quando in casa c'erano la moglie e i figli. Sono in corso le indagini dei carabinieri che hanno compiuto una serie di rilievi per ricostruire la dinamica dell'accaduto.

L'episodio potrebbe essere legato al clima teso tra squadra e ultras

Allan, uno dei 'rivoltosi' del Napoli che si sono opposti al ritiro ordinato dalla società dopo l'1-1 con il Salisburgo in Champions League, non è stato convocato dal tecnico Ancelotti per la partita di stasera contro il Genoa per un infortunio. Il tentato furto potrebbe essere legato al clima teso causato dalla 'rivolta': nel mondo del tifo partenopeo in passato sono avvenuti episodi (furti, rapine, minacce) contro alcuni giocatori in concomitanza con momenti di tensione tra la squadra e gli ultrà.

Lo sfogo della moglie di Allan sui social

"Credo che adesso si stia davvero esagerando e io non ne posso più - scrive su Instagram, Thais, la moglie del centrocampista del Napoli -, prima mio marito viene attaccato non per quello che fa in campo, ma per presunte accuse create ad arte da chi vuole distorcere la verità e poi io vengo ogni giorno insultata sui social con parole dispettose, questa settimana anche mentre faccio la spesa. Ieri sera si aggiunge questa paura enorme!". Poi aggiunge: "Gente che entra di nascosto in casa nostra, in pieno giorno, con me da sola a casa, poi mettendo caos sporcando tutto nella stanza dei bambini, la nostra intimità violata. I miei figli piangevano terrorizzati! Da quando siamo arrivati a Napoli siamo stati accolti benissimo, ma ora la gente non può usare notizie false per fare cosi a una famiglia con bambini, questo non è calcio questo non è tifo".

Data ultima modifica 09 novembre 2019 ore 18:42

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"