Nuova Zelanda, la premier Ardern si dimette: "Sono esausta"

Mondo
©Ansa

Il primo ministro neozelandese resterà in carica fino al prossimo 7 febbraio, quindi proseguirà con il suo mandato di deputata fino alle elezioni di fine anno. "Avere un ruolo così privilegiato comporta responsabilità, tra cui quella di sapere in quale momento sei la persona giusta per stare al comando e anche in quale momento non lo sei"

ascolta articolo

Jacinda Ardern, primo ministro neozelandese, ha annunciato le dimissioni da capo del governo e ha convocato le elezioni per il 14 ottobre. Ardern resterà in carica fino al prossimo 7 febbraio, quindi proseguirà con il suo mandato di deputata fino alle elezioni di fine anno. "Avere un ruolo così privilegiato comporta responsabilità, tra cui quella di sapere in quale momento sei la persona giusta per stare al comando e anche in quale momento non lo sei", ha spiegato, specificando che si tratta di una decisione su cui stava riflettendo dall'estate. "Ho dato tutta me stessa per essere primo ministro, ma mi è anche costato molto. Non posso e non devo fare questo lavoro se non ho il pieno di energie, oltre ad un po' di riserva per quelle sfide impreviste che inevitabilmente si presentano". Ardern ha tenuto a sottolineare che dietro la sua decisione non c'è nessuno scandalo segreto. "Sono umana. Diamo tutto ciò che possiamo il più a lungo possibile e poi arriva il momento. E per me è questo il momento".

 

A ottobre le prossime elezioni

leggi anche

Jacinda Ardern e Sanna Marin, polemica su domanda del cronista. VIDEO

Jacinda Ardern, 42 anni, e' diventata primo ministro in un governo di coalizione nel 2017, prima di guidare il partito laburista di centro-sinistra a una maggioranza assoluta nelle elezioni successive, tre anni dopo. Negli ultimi sondaggi ha visto crollare la popolarità personale e del suo partito. Nella sua prima apparizione pubblica da quando il parlamento è entrato in pausa estiva un mese fa, Ardern ha detto che sperava di usare questo periodo per trovare l'energia per continuare a governare. "Ma non sono stata in grado di farlo", ha ammesso. Ha annunciato che le prossime elezioni si terranno il 14 ottobre e che fino ad allora continuerà a ricoprire la carica di deputato. Ardern ha dichiarato che le sue dimissioni avranno effetto entro il 7 febbraio e che il caucus laburista voterà un nuovo leader entro tre giorni.  

Mondo: I più letti