Usa, scambio di prigionieri con la Russia: libera Brittney Griner. Biden: “Torna a casa”

Mondo
©Ansa

A riportare la notizia è stata la Cbs e poi è arrivata la conferma del presidente degli Stati Uniti: la cestista era stata arrestata a Mosca lo scorso febbraio e poi condannata a 9 anni di carcere per “possesso e traffico di droga”

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo

 

Brittney Griner, la cestista americana detenuta da mesi in Russia, è stata liberata nell'ambito di uno scambio di prigionieri con il trafficante di armi Viktor Bout: a riportarlo inizialmente è stata l’emittente Cbs, citando un funzionario dell'amministrazione. "Ho parlato con Brittney Griner. È al sicuro, è in aereo, sta tornando a casa”, ha poi twittato il presidente Joe Biden confermando così la notizia. La portavoce della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha poi precisato che non sono state fatte altre concessioni a Mosca e che lo scambio di prigionieri con la Russia non cambierà l'impegno Usa verso il popolo ucraino.

Biden: "Griner sta bene, ora massimo impegno per Whelan"

leggi anche

La notizia della condanna di Brittney Griner

Il presidente degli Stati Uniti ha fatto sapere che la star del basket femminile Brittney Griner "sta bene, è al sicuro e sta tornando a casa”. Joe Biden ha poi promesso di fare il possibile anche per portare a casa l'ex marine Paul Whelan, anche lui detenuto in Russia. "Non è stata una scelta su quale americano portare a casa", ha detto Biden parlando dalla Casa Bianca e spiegando che ciò dipende dal fatto che "per motivi totalmente illegittimi" la Russia sta trattando Paul Whelan in modo diverso. Il presidente ha rassicurato la famiglia di Whelan che non demorderà nei tentativi di riportarlo a casa. Il presidente degli Stati Uniti ha inoltre ringraziato gli Emirati Arabi per aver "facilitato" lo scambio di prigionieri tra Usa e Russia.

La storia di Brittney Griner

Brittney Griner, star del basket Usa, era stata arrestata all’aeroporto di Mosca lo scorso 17 febbraio con l’accusa di aver introdotto prodotti a base di marijuana in Russia. La cestista è stata poi condannata a 9 anni di carcere per “possesso e traffico di droga”. La libertà è arrivata dopo lo scambio di prigionieri con il trafficante di armi Viktor Bout  all'aeroporto di Abu Dhabi, secondo quanto riferito dal ministero degli Esteri russo citato dalla Tass.

Le trattative e il rilascio

Le trattative per il rilascio di Griner sono andate avanti per settimane e lo scorso giovedì il presidente Joe Biden ha dato il via libera definitivo allo scambio di prigionieri, avvenuto negli Emirati Arabi Uniti. Per la liberazione di Griner gli Stati Uniti hanno rilasciato Viktor Bout, conosciuto anche come il mercante di morte e condannato nel 2012 a 25 anni di carcere.

Moglie Brittney Griner: “Giornata bellissima, grazie a Biden”

“È una giornata bellissima per me e la mia famiglia. Sono grata al presidente e all'amministrazione Biden" per la liberazione di Brittney Griner, ha detto la moglie della cestista, Cherelle Griner, prendendo la parola alla Casa Bianca dopo l'intervento di Joe Biden. Sorridente ed emozionata, Charelle Griner ha assicurato che insieme a Brittney resterà "impegnata per la liberazione di tutti gli americani detenuti, incluso Paul Whelan".

Usa: “Scambio detenuti negoziato solo con Russia”

leggi anche

Omicidio Khashoggi, accuse contro Bin Salman archiviate negli Usa

"Lo scambio di prigionieri è stato negoziato solo da Usa e Russia”,  ha detto la portavoce della Casa Bianca Karine Jean-Pierre rispondendo alla domanda se nella mediazione sia stato coinvolto  anche il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, come  indica un comunicato congiunto Emirati Arabi-Arabia Saudita. Bin Salman ha relazioni gelide con il presidente americano ma ottime con Vladimir Putin.

Whelan: “Per me non fatto abbastanza”

Paul Whelan, l'ex marine ancora detenuto in Russia, ha riferito di essere "fortemente deluso che non sia stato fatto di più per garantire il mio rilascio", dopo lo scambio di prigionieri che ha consentito la liberazione della cestista Brittney Griner. Lo ha riferito la Cnn. Il cittadino americano, condannato a 16 anni per spionaggio, ha detto di essere stato arrestato per un crimine che non è mai accaduto e di non capire perché è ancora in cella.

Chi è Viktor Bout, 'mercante morte' che ha ispirato film Lord of War

Il prigioniero russo scambiato con la star del basket femminile Usa Brittney Griner è Viktor Bout, un noto trafficante di armi conosciuto anche come 'The merchant of death' (il Mercante di morte) e ha ispirato il personaggio interpretato da Nicolas Cage nel film 'Lord of War' (Il signore della guerra). È stato condannato a 25 anni nel 2012 dopo una travagliata estradizione dalla Thailandia. Ex ufficiale dell'aeronautica sovietica e forse anche ex agente del Kgb (ma lui nega), dopo il crollo dell'Urss il camaleontico e poliglotta Bout aveva messo in piedi una flotta di aerei che riforniva di armi mezzo mondo.

Mondo: I più letti