Ucraina subito nella Nato, mossa di Zelensky dopo il discorso di Putin

Mondo

"Adottiamo una misura decisiva firmando la nostra candidatura in vista di una adesione accelerata", ha affermato il presidente ucraino in un video diffuso sui social media pochi minuti dopo che la Russia ha formalizzato l'annessione di quattro regioni ucraine. Annessione che ha definito "una farsa", aggiungendo che non ci saranno mai trattative finché Putin è al potere. La risposta della Russia arriva con Medvedev: "Entrare nel Patto Atlantico buon modo per accelerare conflitto nucleare"

ascolta articolo

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha annunciato che l'Ucraina chiederà formalmente una adesione accelerata alla Nato. "Adottiamo una misura decisiva firmando la candidatura dell'Ucraina in vista di una adesione accelerata alla Nato", ha affermato Zelensky in un video diffuso sui social media pochi minuti dopo che la Russia ha formalizzato l'annessione di quattro regioni ucraine (Guerra Ucraina Russia, le ultime news in DIRETTA). 

"Sappiamo che serve unanimità"

approfondimento

Putin: “Il popolo delle regioni ucraine ha scelto l'annessione”

 

"Siamo alleati di fatto. Abbiamo già completato il nostro percorso in direzione della Nato. Abbiamo già dimostrato capacità di interazione con gli standard dell'Alleanza, sono reali per l'Ucraina, reali sul campo di battaglia ed in tutti i settori della nostra interazione", ha affermato Zelensky. "Abbiamo fiducia gli uni negli altri, ci aiutiamo a vicenda e ci proteggiamo a vicenda. Questa è l'Alleanza. De facto. Oggi l'Ucraina sta presentando domanda per farlo diventare "de jure'. Con una procedura in linea con l'importanza per noi della tutela della nostra intera comunità. In base ad una procedura accelerata".

Il presidente ucraino ha poi continuato: "Sappiamo che è possibile. Abbiamo visto Svezia e Finlandia avviare la procedura quest'anno senza un piano di adesione. Questo è giusto. Questo è giusto anche per l'Ucraina. Questo consolida a livello dei Trattati ciò che è stato fatto nella vita e ciò che sono i nostri valori".

"Comprendiamo che questo richiede il consenso di tutti i membri dell'Alleanza. Comprendiamo che questo è necessario per raggiungere questo consenso. E tuttavia, mentre questo accade, offriamo di attuare le nostre proposte al riguardo delle garanzie di sicurezza per l'Ucraina e tutti in Europa in linea con il Kyiv Security Compact, sviluppato e presentato ai nostri partner. La sicurezza non ha alternative. Ma serve determinazione per garantirla. Stiamo compiendo un passo decisivo firmando la richiesta di accesso accelerato alla Nato", ha aggiunto.

"Annessione farsa, no a negoziati finché c'è Putin"

approfondimento

Ucraina, Peskov: "Attacchi a territori annessi sono attacco a Russia"

 

Il presidente ucraino ha poi giurato che l'intero territorio ucraino verrà liberato dal controllo russo, ed ha definito l'annessione annunciata da Putin di alcune regioni ucraine "una farsa"."L'intero territorio del nostro Paese verrà liberato da questo nemico, il nemico non solo dell'Ucraina, ma della stessa vita, dell'umanità, della legge e della verità", ha dichiarato Zelensky nell'intervento preregistrato diffuso questo pomeriggio.

“La Russia lo sa già. Sente la nostra forza. Vede che è qui, in Ucraina, che mettiamo alla prova la resistenza dei nostri valori. Ed è per questo che ha fretta, organizza questa farsa con questa tentata annessione, cerca di rubare qualcosa che non le appartiene, vuole riscrivere la storia e ridisegnare i confini uccidendo, torturando, ricattando, mentendo". "L'Ucraina non lo consentirà", ha aggiunto, avvertendo che la pace verrà ripristinata solo "cacciando gli occupanti".

Se l'Ucraina è pronta per il dialogo con la Russia, un negoziato su "basi paritarie, di onestà, di decenza ed equità" è impossibile con Putin, per cui i colloqui saranno possibili solo "con un altro presidente russo".

 

La replica di Medvedev

"Zelensky vuole entrare rapidamente a far parte della Nato. Grande idea. Sta solo chiedendo all'Alleanza del Nord Atlantico di accelerare l'inizio di una terza guerra mondiale". Così su Telegram il vicepresidente del consiglio di sicurezza russo Dmitri Medvedev dopo la richiesta del presidente ucraino di adesione alla Nato. 

Mondo: I più letti