Fuga gas da Nord Stream, la nuvola di metano sopra i cieli europei

Mondo

Dopo le perdite dalla struttura il livello di metano su Svezia e Norvegia è a livelli record: "Mai visto niente di simile", riferiscono i media svedesi e norvegesi. Secondo una simulazione dell'istituto di ricerca norvegese Nilu quasi 80.000 tonnellate di gas sono già fuoriuscite dai tubi danneggiati. Nube attesa anche sull'Italia, ma gli esperti avvisano: "Nessun pericolo"

ascolta articolo

Una "grande nuvola" sopra i cieli d'Europa. Dopo la fuga di gas dai gasdotti Nord Stream 1 e 2, riferiscono i media svedesi e norvegesi, il metano sui due Paesi è a livelli record. Il 96% del gas nel Nord Stream 1 e 2 era metano. La coda della nube dovrebbe passare anche sopra l'Italia, ma gli esperti tranquillizzano: non c'è nessun pericolo, né di inquinamento né per la salute dei cittadini, dato che la nube si è molto diluita in atmosfera ed essendo il metano un gas climalterante (che incide sul riscaldamento globale), non inquinante. (BOLLETTE LUCE, ECCO GLI AUMENTI DI OTTOBRE)

"Quantità mai vista di emissioni"

approfondimento

Consiglio europeo, trovato accordo su misure contro il caro energia

Secondo una simulazione pubblicata oggi dall'istituto di ricerca norvegese Nilu, il metano rilasciato dalla falle del Nord Stream si è spostato con il vento su diverse regioni svedesi e norvegesi, raggiungendo persino il Regno Unito. In base alle stesse stime, quasi 80.000 tonnellate di metano sono già fuoriuscite dai tubi danneggiati. "Le emissioni sono a livelli record, mai visto niente di simile prima in Norvegia e Svezia".

Mondo: I più letti