"Stop alla cravatta, sì al dolcevita": la campagna francese contro la crisi energetica

Mondo
©Getty

L'esecutivo presenterà il suo piano il 6 ottobre, ma intanto diversi politici d'Oltralpe hanno invitato i cittadini a indossare indumenti invernali, dando per primi l'esempio

ascolta articolo

Il governo francese presenterà il suo piano di sobrietà energetica il prossimo 6 ottobre con una conferenza stampa al ministero della Transizione ecologica. A riportarlo sono i media locali.

Nel frattempo, però, alcuni membri dell'esecutivo hanno adottato un'altra strategia per chiamare i cittadini francesi al risparmio nei prossimi mesi, ovvero hanno cominciato a mostrarsi in pubblico indossando indumenti invernali sfruttando le temperature a ribasso nel Paese. Martedì scorso Elisabeth Borne, a un incontro con il sindaco di Lione, ha sfoggiato una giacca imbottita; il giorno seguente si è presentata a Oise con un piumino blu, esattamente come la ministra della Transizione energetica, Agne's Pannier-Runacher.

"Stop alla cravatta, sì al dolcevita"

approfondimento

Spagna, l'appello di Sanchez: no alla cravatta per tutelare l'ambiente

Il ministro dell'Economia, Bruno Le Maire, ha dichiarato a France Inter che "d'ora in poi stop alla cravatta, sì al dolcevita", prima di postare una sua foto su Twitter con un maglioncino a collo alto blu. In realtà non ci sono state richieste specifiche dal governo in questo senso, secondo quanto ha confidato un consigliere dell'esecutivo a Bfmtv. Ma l'iniziativa di questi ministri potrebbe presto diffondersi. Chi la considera un tentativo di comunicazione scadente è la leader di estrema destra, Marine Le Pen, che a Rtl ha parlato di "politica per i perdenti". 

Mondo: I più letti