Barcellona, 300 capre utilizzate dal Comune per prevenire gli incendi

Mondo
©Getty

Gli animali ripuliscono la vegetazione, riducendo il rischio di farla diventare combustibile in caso di incendi. Una tecnica che in Andalusia viene utilizzata da 20 anni e che sta prendendo piede anche in altri Paesi

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo

 

Il Comune di Barcellona ha deciso di adottare una tecnica naturale per difendersi dagli incendi che, anche a causa del cambiamento climatico, minacciano sempre più il territorio. A maggio la città catalana ha assunto un pastore e 150 tra capre e pecore che ogni giorno pascolano a Collserola, polmone verde della zona. Ad oggi sono 290 gli ovini che, nutrendosi della vegetazione boschiva, riducono il rischio di farla diventare combustibile in caso di roghi. Questo progetto di eco-pascolo rimette in auge una tecnica antica adottata appunto per ridurre il rischio di incendi. A Collserola l'area boschiva è di 8 mila ettari e nei suoi dintorni vivono 15 mila residenti. Secondo i vigili del fuoco, come riporta l'agenzia stampa Agi, in media 12 ettari vengono distrutti ogni anno a Collserola e se le fiamme non venissero spente in tempi brevi, l'intero parco naturale di Barcellona potrebbe essere cancellato in meno di sei ore.

Da settembre la seconda fase

leggi anche

Incendio a Trabia, minacciate le abitazioni nel Palermitano

Il progetto ha coinvolto il pastore Daniel Sanchez, 36 anni, al quale tre mesi fa è stato affidato un gregge con la missione di ripulire quei terreni lasciati all'incuria. Il progetto pilota voluto dal Comune è stato ideato 10 anni fa da Ferran Pauné, uno dei massimi esperti spagnoli di pastorizia. I risultati sono stati evidenti e l'amministrazione comunale ha deciso di dare il via libera a una seconda fase del progetto da settembre in poi con due pastori e 300 ovini. Saranno coinvolte le altre municipalità dell'area forestale, tra cui Cerdanyola del Valle's, Esplugues de Llobregat e Molins de Rei. Ferran Paune spera che in futuro saranno sette i pastori ingaggiati per pascolare con greggi di 400 pecore per coprire così l'intera area di Collserola. Sarà necessario convincere i vertici politici e soprattutto trovare i pastori, un mestiere che in Spagna è quasi scomparso. 

Anche in Francia, Portogallo e California

leggi anche

Incendio nei pressi di Capodichino, nessun danno all'aeroporto

Il metodo era gia stato collaudato nel 2016 nella provincia di Girona, sempre in Catalogna. Secondo il canale francese BFM TV, anche altri Paesi come Francia, Portogallo e California starebbero pensando di ricorrere alla tecnica degli ovini. Nel 2020, come riporta l'emittente francese, il ministero dell'Agricoltura aveva elogiato un allevamento di capre della Rove nelle Bocche del Rodano, che "partecipano alla prevenzione contro gli incendi ripulendo la macchia". "Una capra - aveva commentato Éric Prioré, allevatore - è il miglior decespugliatore ecologico. Soprattutto la capra del Rove".

Mondo: I più letti