Sale acqua in miniera in Messico, in 10 bloccati da giorni

Mondo
©Getty

Nelle ultime ore si è verificato "un brusco innalzamento del livello dell'acqua" nei pozzi da cui si voleva tentare l'accesso dei soccorritori per riportare i lavoratori in superficie

ascolta articolo

Si teme per la vita di 10 minatori bloccati dal 3 agosto nella miniera di carbone di El Pinabete, nello Stato di Cohauila nel nord del Messico. Nelle ultime ore si è verificato "un brusco innalzamento del livello dell'acqua" nei pozzi da cui si voleva tentare l'accesso dei soccorritori per riportare i 10 in superficie. Il gruppo stava effettuando dei lavori di scavo quando ha perforato una falda freatica e la miniera si è inondata. Il livello dell'acqua del pozzo n.2, che grazie al pompaggio incessante da 30 metri si era ridotto venerdì a 70 cm, ha invece raggiunto ora i 12,92 metri, riferisce un comunicato delle autorità, aggiungendo che "gli ingegneri stanno valutando la situazione sul posto e le ragioni di questo innalzamento improvviso del livello dell'acqua". Anche nei pozzi 3 e 4 l'acqua ha raggiunto rispettivamente i 15,5 e i 12,5 metri, con un innalzamento tra gli 8 i 10 metri rispetto ai livelli registrati venerdì. "Gli ingegneri elaboreranno una nuova strategia per permettere l'evacuazione dell'acqua dalla miniera di El Pinabete", assicura il comunicato. 

Famiglie preoccupate, si teme un intervento tardivo

approfondimento

Cile, si apre voragine profonda 200 metri: indagini sulle cause

Le autorità avevano annunciato, sempre venerdì, che c'erano le "condizioni" per far entrare dei soccorritori, ma adesso le ultime notizie rappresentano un duro colpo per le famiglie dei minatori intrappolati che temono un intervento troppo tardivo per poter salvare i loro congiunti. Alle operazioni partecipano diverse centinaia di persone, anche con l'uso di un drone sottomarino. Lo scorso mercoledì un sommozzatore era entrato in uno dei tre pozzi ma non era potuto andare avanti a causa di "ostacoli" che gli hanno impedito l'accesso nelle gallerie, aveva riferito il governatore dello Stato di Coahuila, Miguel Riquelme. Coahuila, principale regione produttrice di carbone del Paese, ha subito negli anni diversi incidenti mortali in miniera: il peggiore avvenne nella miniera di Pasta de Conchos nel 2006 quando un colpo di grisù uccise 65 minatori.

Mondo: I più letti