Ucraina, Zelensky valuta unioni civili per coppie omosessuali

Mondo

Il presidente ucraino ha fatto queste dichiarazioni in risposta a una petizione popolare online sui matrimoni omosessuali che, partita in giugno e firmata da oltre 28mila persone, sta ricevendo ampio consenso nel Paese

ascolta articolo

È pronto a valutare la legalizzazione delle "unioni civili" fra persone dello stesso sesso, ma non a modificare in tempo di guerra la definizione di matrimonio come unione tra un uomo e una donna come espressa nella Costituzione. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha fatto queste dichiarazioni in risposta a una petizione popolare online sui matrimoni omosessuali che, partita in giugno e firmata da oltre 28mila persone, sta ricevendo ampio consenso nel Paese. A dare la notizia il New York Times. Zelensky ha aggiunto che sotto la legge marziale, sotto la quale il Paese vive da quando è stato invaso dalla Russia, la Carta costituzionale non può essere modificata. Tuttavia, il governo ucraino ha già preparato alcune opzioni per legalizzare in futuro le partnership registrate, ha aggiunto. Nel mondo moderno - ha proseguito - un Paese dimostra i suoi valori democratici assicurando uguali diritti per tutti (UCRAINA, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE).

La petizione

approfondimento

Ucraina, "Transgender in fuga respinte al confine": devono combattere

L'Ucraina attualmente non riconosce il diritto al matrimonio per le coppie dello stesso sesso, né dispone di uno statuto che consenta loro di contrarre unioni civili. Le richieste di concedere a queste coppie uguali diritti sono aumentate anche in seguito alla morte di soldati LGBTQ in battaglia per difendere il Paese dall'invasione russa. Il ministero della Difesa ucraino, infatti, ha l'obbligo di informare i genitori e il coniuge o altri parenti stretti di un soldato che viene ucciso. Ma queste regole non si applicano alle coppie dello stesso sesso. In Ucraina, gli omosessuali non hanno il diritto di visitare il partner ricoverato in ospedale, di condividere la proprietà, di prendersi cura dei figli di un partner deceduto, di reclamare il corpo di un partner ucciso in guerra o di riscuotere dallo stato le indennità di morte. La petizione che esorta il Zelensky a sostenere i diritti matrimoniali delle coppie dello stesso sesso è stata avviata da Anastasia Sovenko, 24 anni, un'insegnante di inglese di Zaporizhzhia che si identifica come bisessuale.

Mondo: I più letti