Israele, Yair Lapid nuovo primo ministro ad interim

Mondo
©Getty

Yair Lapid sarà in carica fino alle elezioni di novembre: è un politico centrista che prende il posto di Naftali Bennett dopo che il Parlamento si è sciolto per tensioni politiche all'interno della maggioranza

ascolta articolo

Volto noto del giornalismo televisivo, Yair Lapid leader della formazione centrista Yesh Atid da oggi ricopre in modo provvisorio una carica politica molto prestigiosa. Fino al 1 novembre sarà primo ministro ad interim dello Stato ebraico. Lapid manterrà la posizione fino a quando verranno indette nuove elezioni ovvero una nuova maggioranza non sarà in grado di esprimere un governo. "Mi impegnerò al meglio per uno Stato ebraico, democratico, buono, forte e fiorente, perché questa è la missione, ed è più grande di tutti noi" ha dichiarato Lapid durante il passaggio di consegne con il premier uscente Naftali Bennett.

Da Bennet a Lapid

approfondimento

Learning city: Fedriga,con Israele per comunità più avanzate

Il passaggio da Bennett a Lapid era già nell’aria quando, due settimane fa, il governo di cui fanno parte entrambi aveva proposta di sciogliere il Parlamento e indire nuove elezioni per via di tensioni politiche all’interno della maggioranza. Lapid resterà in carica fino alla formazione del nuovo governo, solo per gestire gli affari all’ordine del giorno. Bennett non era obbligato a dimettersi, ma ha spiegato di averlo fatto nel rispetto di un accordo preso con Lapid all’inizio dell’esperienza di governo. L’intesa prevedeva che se il governo fosse arrivato alla fine della legislatura, Bennett sarebbe rimasto primo ministro fino al 2024 e poi avrebbe lasciato la carica a Lapid, che fino a giovedì era ministro degli Esteri. In caso di fine anticipata della legislatura, Bennett si sarebbe dimesso e Lapid sarebbe diventato primo ministro. Così è accaduto.

 

 

Mondo: I più letti