Eduard Heger, premier della Slovacchia: "Se Kiev perde la guerra, noi saremo i prossimi"

Mondo
©Getty

Dal palco del Forum economico di Davos, il capo del governo di Bratislava ha chiesto all'Occidente di "assicurare tutto l'aiuto possibile all'Ucraina". Poi ha invitato l'Ue a non "essere troppo dipendente dall'energia russa"

ascolta articolo

Il premier slovacco Eduard Heger ha affermato che, se l'Ucraina dovesse perdere la guerra contro la Russia, il prossimo obiettivo di Mosca sarebbe proprio il suo Paese. Ecco perché, ha spiegato al Forum economico di Davos, è necessario che Kiev esca vincitrice dal conflitto e che l'Occidente le "assicuri tutto l'aiuto possibile" (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULLA GUERRA - LO SPECIALE - I VIDEO DEGLI INVIATI).

"Gli ucraini stanno proteggendo i nostri valori"

leggi anche

Davos, Soros: invasione Ucraina può far iniziare Terza guerra mondiale

"L'Ucraina deve vincere. Forniremo tutta l'assistenza militare e umanitaria necessaria. Gli ucraini stanno proteggendo e perdendo la vita per i nostri valori", ha sottolineato. Il premier slovacco ha anche ricordato che il suo Paese, in passato, ha ricevuto aiuti da altre nazioni: per questo motivo, ha di nuovo evidenziato, "ora è importante aiutare l'Ucraina e altri Stati ad entrare nell'Unione europea".

Heger ai leader Ue: "Basta compromessi con Putin"

leggi anche

Guerra Ucraina, Kiev: “Putin è sfuggito a un attentato due mesi fa”

"Kiev vuole raggiungere questo obiettivo, ma ha bisogno del nostro sostegno. Vogliamo aiutarli, non trasciniamoci per decenni", ha esortato la platea. Poi ha criticato gli Stati membri dell'Ue per "essere troppo dipendenti dall'energia russa", invitando i leader a "smetterla di arrivare a compromettere i propri princìpi". Come ha spiegato Heger, "abbiamo scambiato le nostre politiche per gas e petrolio a buon mercato per troppo tempo. I compromessi con Putin hanno provocato la guerra in Ucraina, una guerra aggressiva che sta causando morti".

Mondo: I più letti