Ucraina, cosa sono i droni turchi Bayraktar TB2 usati contro l’esercito russo

Mondo
©Getty

La fornitura di questi armamenti all’Ucraina risale al 2014, quando vennero usati da Kiev nella crisi del Donbass. In questi giorni sono utilizzati per compiere duri attacchi all'esercito russo

ascolta articolo

Sono di fabbricazione turca i droni da guerra con cui l'esercito di Mosca sta facendo i conti in Ucraina e che continuano a infliggere perdite pesanti all'esercito russo. La fornitura dei Bayraktar TB2 all’Ucraina, in realtà, risale al 2014 quando vennero usati da Kiev nella crisi del Donbass. Ciò in passato ha reso tesi i rapporti tra Erdogan e Putin, anche alla luce del fatto che questi droni vengono ora prodotti direttamente in Ucraina. È proprio di questi giorni la pubblicazione di un video da parte dell'esercito ucraino in cui si vedono gli attacchi compiuti da questi droni all'esercito russo (GUERRA IN UCRAINA, LO SPECIALE - I REPORTAGE DEI PRIMI 10 GIORNI DI GUERRA - IL VIDEOBLOG - GLI AGGIORNAMENTI).

La tecnologia dei droni turchi

approfondimento

Guerra Ucraina, Israele tenta mediazione: Putin sente Erdogan e Macron

Dal design altamente sofisticato il Bayraktar TB2 è un drone guidato con una stazione di controllo a terra con pilota ed osservatore e sfrutta la potenza di un motore a 4 cilindri. È omologato per trasportare un carico di 150 kg su 4 piloni sotto le ali, che comprende: mini bombe a guida laser MAM-L, missili anticarro a lungo raggio UMTAS e razzi Cirit da 70 mm, tutti prodotti dalla turca Rocketsan. Venduti e utilizzati dal 2012 da 13 Paesi nel mondo, i droni da guerra TB2 sono stati utilizzati contro i curdi del PKK, in Libia, in Siria e nel Nagorno-Karabakh.

La Baykar Technologies

approfondimento

Ucraina, a Leopoli file per armi e preghiere per militari

L'industria bellica turca continua a crescere e la Baykar Technologies si prepara a lanciare un drone da combattimento di ultima generazione chiamato Akinci 'il predatore' e una nave da guerra per assalti anfibi, il TCG Anadolu. Akinci è stato testato qualche giorno fa: un volo di un'ora e 16 minuti servito per la messa a punto di alcune applicazioni meccaniche che lo rendono un top nella ristretta gamma dei droni da combattimento. Non a caso l’azienda bellica è guidata dall'ingegnere capo Selcuk Bayraktar, sposato con la figlia minore del presidente Erdogan.

Mondo: I più letti