Marocco, bambino di 5 anni caduto in un pozzo: in corso operazioni di salvataggio

Mondo

Il piccolo Ryan, 5 anni, è caduto in un pozzo in un'area rurale vicino alla città di Chefchauen, in Marocco. Le operazioni di soccorso si sono rivelate fin da subito molto difficili: il terreno è roccioso e il borgo si trova in una zona impervia sulla catena montuosa del Rif, a nord del Paese. Una vicenda che ricorda quella di Alfredino Rampi

E' una corsa contro il tempo per trarre in salvo il piccolo Ryan, 5 anni, caduto in un pozzo in Marocco. Il bambino si era allontanato per giocare nei campi, come aveva fatto molte altre volte, in una zona rurale vicino alla città marocchina di Chefchauen. La sera, però, la mamma non lo ha visto rientrare e ha dato l'allarme. Il bimbo sembrava scomparso nel nulla, finché alcuni addetti ai lavori hanno scoperto che era caduto in un pozzo profondo 60 metri. I soccorsi sono scattati immediatamente ma le operazioni  si stanno rivelando molto difficili. Il terreno è roccioso e il borgo si trova in una zona impervia, sulla catena montuosa del Rif, a nord del Paese.

I tentativi di salvarlo e il ricordo di Alfredino

approfondimento

Vermicino 40 anni dopo, come Alfredino ha cambiato l'Italia

L'incidente è accaduto martedì nel tardo pomeriggio e la comunità dove vive Ryan si è subito stretta intorno alla famiglia per cercare di farlo uscire da quel pozzo.  Ma la notizia ha fatto il giro del Marocco e ha commosso il Paese intero. Sono arrivate le ruspe e le telecamere. I soccorritori hanno calato un telefono con videocamera e sono riusciti a vedere il piccolo, seduto in fondo al pozzo. Sono riusciti a far arrivare al bimbo ossigeno, cibo e acqua e gli parlano per tenerlo sveglio. Un giovane del posto, di costituzione mingherlina, si è offerto volontario per calarsi ed estrarlo, ma il pozzo si restringe ulteriormente dopo 30 metri e dopo alcuni tentativi ha dovuto desistere. Una vicenda che inevitablmente, nel nostro Paese, riporta al nome e al volto di Angelo Licheri, il volontario che tentò di salvare, senza successo, Alfredo Rampi. Era il 10 giugno 1981, quando Alfredino cadde in quel  pozzo artesiano vicino a Fiumicino. Oggi  come allora si lotta contro il tempo per riuscire a raggiugere e questa volta a salvare, il piccolo Ryan.

Mondo: I più letti