Dall’Inghilterra arriva il primo violino vegano al mondo

Mondo

Lo strumento ha un valore di 8.000 sterline. Per realizzarlo sono state usate colle di origine naturale, al posto di crine di cavallo, zoccoli e ossa che vengono utilizzati di solito

Pera al vapore, bacche e acqua di sorgente per creare un violino vegano. Il liutaio inglese Padraig O'Dubhlaoidh ha realizzato lo strumento, completamente privo di prodotti animali, nel suo laboratorio di Malvern Hills, durante le misure restrittive per il Coronavirus (LIVEBLOG). Lo strumento è il primo al mondo ad essere registrato con il marchio "The Vegan Society". Sul violino, del valore di 8.000 sterline, sono stati utilizzati sostituti naturali al posto di colle a base di sostanze di origine animale. Solitamente per creare questi strumenti sono, infatti, utilizzati crine di cavallo, zoccoli, corna e ossa. "Questa sarà musica per le orecchie di tanti violinisti che hanno desiderato uno strumento di alta qualità privo di prodotti animali", ha affermato Ericka Durgahee dell'organizzazione benefica "The Vegan Society".

Gli "ingredienti"

approfondimento

Musica, salvati i violini di Italo che torneranno a suonare

L'intarsio attorno al bordo dello strumento è stato realizzato con pera cotta al vapore, tinta di nero e pioppo. Le bacche selvatiche sono state utilizzate per tingere gli intarsi in legno e l'acqua di sorgente locale è stata raccolta per essere utilizzata nel suo adesivo. L'artigiano, che fa violini da 40 anni, ha detto che un cliente gli aveva chiesto di realizzare uno strumento vegano alcuni anni fa. "Era una domanda intrigante - ha aggiunto O'Dubhlaoidh - ho pensato a quanti vegani ci sono, potenziali musicisti la cui etica non permetterà loro di suonare il violino". Sebbene siano disponibili corde e archi di violino vegani, è solo il corpo del violino che è stato registrato con il marchio, ha comunque specificato la Vegan Society.

Mondo: I più letti