Usa, condannati all’ergastolo i 3 colpevoli dell’omicidio del 25enne afroamericano Arbery

Mondo
©Ansa

L’omicidio del giovane afroamericano - ucciso a colpi di arma da fuoco mentre faceva jogging a Brunswick, in Georgia, il 23 febbraio del 2020 - era diventato un caso nazionale e un simbolo delle proteste del Black Lives Matter. I tre uomini bianchi condannati dovranno passare il resto delle loro vite in carcere

Sono stati condannati all’ergastolo i tre uomini giudicati colpevoli dell’omicidio del giovane afroamericano Ahmaud Arbery. La vittima aveva 25 anni: è stato ucciso mentre faceva jogging a Brunswick, in Georgia, il 23 febbraio del 2020.

La sentenza

leggi anche

Le proteste per l'omicidio, da Lebron James a Joe Biden

Travis e Greg McMichael, padre e figlio di 65 e 35 anni, sono stati condannati al carcere a vita senza avere la possibilità di richiedere in futuro la libertà condizionale. Il terzo imputato, William Bryan, 51 anni, potrà farlo solo dopo 30 anni di cella. La sentenza pone la parola fine a un caso che ha suscitato molto clamore negli Stati Uniti.

Un caso nazionale

Il caso Arbery è stato uno dei più eclatanti degli ultimi anni, diventando simbolo della lotta del movimento Black Lives Matter. Il ragazzo fu ucciso mentre stava facendo jogging nel suo quartiere. Quando lo hanno visto passare davanti a casa, Gregory McMichael, ex poliziotto, e suo figlio Travis hanno preso le loro armi, un revolver Magnum 357 e un fucile, sono saliti sul loro pickup e hanno inseguito Arbery.

La dinamica dell’omicidio

Nel frattempo un vicino, William "Roddie" Bryan, si è unito a loro filmando la scena, compresi i colpi sparati da Travis quando Arbery, ormai bloccato, aveva tentato di afferrare l'arma. Durante il processo gli imputati hanno raccontato la loro versione: sospettavano che il giovane avesse rubato in una casa in costruzione e volevano trattenerlo sino all'arrivo della polizia.  Ma la loro tesi è stata respinta dalla giuria.

Le richieste di giustizia

All’epoca dei fatti, in molti sui social avevano chiesto giustizia per l’omicidio di Arbery. La stella dell’Nba Lebron James aveva scritto: “Siamo letteralmente braccati, ogni giorno, tutto il tempo, non appena usciamo dalla protezione delle nostre case. Non possiamo nemmeno uscire per fare jogging”. Sul caso era intervenuto anche l’allora candidato e oggi presidente degli Stati Uniti, Joe Biden: “Il video è chiaro: Ahmaud Arbery è stato ucciso a sangue freddo. Il mio cuore va alla sua famiglia, che merita giustizia e la merita ora. È tempo di un'indagine rapida, completa e trasparente sul suo omicidio”. Il caso si è chiuso oggi con la condanna all’ergastolo per i tre imputati.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24