Sudafrica, domato l'incendio nella sede del Parlamento a Città del Capo

Mondo

Per domare le fiamme, che secondo un portavoce dei servizi di emergenza hanno interessato inizialmente il tetto di uno degli edifici del complesso del Parlamento, i vigili del fuoco hanno usato una gru con l'aiuto di rinforzi

L'incendio divampato questa mattina nella sede del Parlamento sudafricano a Città del Capo "è sotto controllo". A renderlo noto l'ex sindaca della capitale e attuale ministra dei Lavori pubblici e delle infrastrutture, Patricia de Lille.  Per domare le fiamme, che secondo un portavoce dei servizi di emergenza hanno interessato inizialmente il tetto di uno degli edifici del complesso del Parlamento, i vigili del fuoco hanno usato una gru con l'aiuto di rinforzi. Inizialmente si temeva che l'incendio potesse propagarsi fino alle antiche sale del palazzo, che sono ornate da arazzi e tende. L'area intorno al complesso del Parlamento, che comprende tre edifici, è stata transennata fino alla vicina cattedrale di San Giorgio, dove ieri si sono tenuti i funerali di Desmond Tutu. 

 

Ancora sconosciute le cause del rogo

Le immagini pubblicate sui social media mostravano il tetto di uno degli edifici del Parlamento in fiamme e un'enorme colonna di fumo. Non si conoscono ancora le cause che hanno scatenato il rogo. Il complesso del Parlamento sudafricano è composto da tre edifici, incluso quello originale e più antico che risale al 1884. Gli altri due sono stati costruiti negli anni Venti e Ottanta. Lo scorso aprile, un incendio ha devastato una parte della biblioteca dell'Università di Città del Capo che ospita una collezione unica di archivi africani. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24