Germania, Scholz cancelliere da dicembre presenta il suo programma di governo

Mondo

L’esecutivo fondato sull’alleanza tra socialdemocratici, verdi e liberali illustra il suo piano basato su salario minimo a 12 euro, voto ai 16enni, cannabis legale

Via libera al nuovo governo tedesco fondato sull’unione tra socialdemocratici verdi e liberali la cui comune volontà è quella di portare avanti il paese, renderlo migliore e tenerlo coeso. Ad annunciarlo Olaf Scholz,che sarà cancelliere in carica da dicembre.

Il programma di governo

Il documento di 177 pagine che mette nero su bianco l’accordo raggiunto dopo quasi due mesi di negoziato verrà ora sottoposto all’approvazione delle istanze di partito: Spd e Fdp in due congressi straordinari, i Grünen con un voto per posta fra i militanti. I punti qualificanti sono l’aumento del salario minimo a 12 euro, un piano edilizio per costruire 400 mila nuovi appartamenti l’anno, la lotta alla povertà infantile, la stabilizzazione delle pensioni, ma soprattutto "un massiccio programma di investimenti pubblici nell’agenda climatica e nella digitalizzazione". Quest’ultimo obiettivo verrà tuttavia conseguito rispettando l’impegno alla stabilità finanziaria del Paese. Interessante, tuttavia che il documento evochi il tema della flessibilità a proposito del Patto di stabilità e di crescita e si mostri aperto alla sua riforma.

Le misure per contrastare la pandemia

Prima di presentare l’intesa di maggioranza, Olaf Scholz ha anche annunciato le misure aggiuntive, che il futuro governo intende approvare per contrastare la pandemia oltre quelle già varate dall’esecutivo in carica, come l’introduzione della regola del 2G  (ingresso solo per vaccinati e guariti) nelle manifestazioni al coperto e in tutti i locali pubblici e di quella, in vigore da ieri, del 3G (vaccinati, guariti o in possesso di test negativo) per tutti i posti di lavoro e tutti i mezzi di trasporto pubblici.

Il nuovo cancelliere

 Olaf Scholz che sarà il primo cancelliere socialdemocratico dopo 16 anni, dovrebbe essere eletto dal Bundestag già il 6 dicembre. "Il primo semaforo (riferendosi ai colori dei partiti che formano la nuova colazione) - ha detto l’uomo che succederà ad Angela Merkel - venne acceso a Berlino nel 1924 sulla Potsdamer Platz e fu un grosso avanzamento tecnologico. Può funzionare, si chiesero allora le persone? Oggi il semaforo è indispensabile per consentire a tutti di muoversi in sicurezza e senza intoppi. La mia ambizione è che anche questa coalizione del semaforo abbia un ruolo di svolta per la Germania".

In una plastica dimostrazione di unità e solennità, tutti i leader della nuova maggioranza hanno preso parte alla conferenza stampa di presentazione dell’accordo. Tra i nuovi ministri il liberale rigorista Christian Lindner alle Finanze, Annalena Baerbock agli Esteri, vicecancelliere l’altro leader verde Robert Habeck.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24