Usa, rapper Young Dolph ucciso a Memphis

Mondo
©Getty

Secondo le prime informazioni raccolte dalle autorità l'artista 36enne è stato colpito da un uomo mentre si trovava all'interno di una pasticceria

Il rapper Young Dolph è stato ucciso a colpi di arma da fuoco a Memphis nel Tennessee. Lo riportano i media americani, spiegando che il musicista, 36 anni, è stato avvicinato all'interno di in una pasticceria da un uomo armato che gli ha sparato. Non è la prima volta che il rapper rimane coinvolto in una sparatoria. Nel 2017 era stato colpito da alcune pallottole dopo una rissa all’esterno di un hotel di Los Angeles. Nel febbraio dello stesso anno,  a Charlotte, nella Carolina del Nord, il suo SUV era stato crivellato con più di 100 colpi e l'incidente era stato l'ispirazione per la sua canzone "100 Shots".

I fan di Young Dolph radunati sul luogo dell'omicidio

La polizia ha fatto sapere su Twitter che al momento non ha informazioni sul presunto colpevole della sparatoria, avvenuta a Makeda's Cookies, vicino all'aeroporto internazionale di Memphis. Nella zona dell'omicidio si sono riversate centinaia di persone e ci sono stati momenti di tensione e rabbia per gli episodi di violenza in città. I fan di Young Dolph hanno manifestato il loro dolore per la perdita di quella che era considerata una vera icona della città di Memphis. L'artista 36enne era molto amato nella comunità hip-hop per la sua autenticità e feroce indipendenza. Infatti la sua etichetta Paper Route Empire ha mantenuto il controllo sulla sua musica. Young Dolph si è piazzato nella top 10 della Billboard 200 con tre album. "Rich Slave" del 2020 ha raggiunto la posizione n. 4. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24