Due gommoni alla deriva al largo della Libia. Nel Salento sbarcano 77 migranti

Mondo

“Affrontano forti venti e mare mosso”, sottolinea Alarm Phone che ha lanciato l'allarme, “serve un intervento urgente”. A Santa Maria di Leuca soccorsa una barca a vela con 12 siriani, tra cui una donna, e 65 egiziani, tra cui 35 minori. Ieri sera 95 persone sono state aiutate dalla Geo Barents di Medici senza frontiere. "Stavano per essere intercettate dalla Guardia costiera libica e costrette a tornare alla violenza, agli abusi e allo sfruttamento"

Due gommoni alla deriva nel Mediterraneo centrale. A lanciare l’allerta è Alarm Phone. Un’imbarcazione, semiaffondata, con 60 migranti a bordo e un’altra con 68, tra cui molti bambini, avrebbero diversi problemi al motore. “Affrontano forti venti e mare mosso”, sottolinea Alarm Phone, “Serve un intervento urgente”. Ieri sera 95 persone sono state soccorse dalla Geo Barents di Medici senza frontiere. "Stavano per essere intercettate dalla Guardia costiera libica - spiega la ong - e costrette a tornare alla violenza, agli abusi e allo sfruttamento in Libia".

I tweet di Alarm Phone

approfondimento

Open Arms, cos'è e come opera l'Ong che salva i migranti in mare

“Siamo in contatto con 60 persone a bordo di un gommone. La barca si sta sgonfiando e sta entrando acqua. Temiamo il peggio se le autorità, informate 11 ore fa, non agiscono immediatamente” si legge nel primo tweet di Alarm Phone. Pochi minuti dopo il secondo. "Siamo in contatto con 68 persone, tra cui molti bimbi, in pericolo e in fuga dalla Libia. Autorità allertate 15 ore fa! Chiediamo alle autorità europee di rispettare il loro dovere di soccorso!".

Nel Salento sbarcano 77 migranti, di cui 35 minori

leggi anche

Migranti: sbarcano in 77 in Salento, anche una donna e 35 minori

In mattinata è stata intercettata da mezzi navali della Guardia di Finanza anche una barca a vela con a bordo 77 migranti al largo di San Gregorio, nel Capo di Leuca. Si tratta di 12 siriani, tra cui una donna, e 65 egiziani, tra cui 35 minori. L'imbarcazione è stata posta sotto sequestro. I migranti sono tutti in buone condizioni, hanno riferito di essere in viaggio da sette giorni. Sul posto ci sono medici Usmaf e volontari della Caritas e della Croce Rossa. Non appena concluse le operazioni del protocollo anti Covid, saranno condotti nei centri di accoglienza.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24