Repubblica Ceca, nelle elezioni il centrodestra sorpassa a sorpresa il premier Babis

Mondo

Gli elettori premiano le opposizioni che insieme hanno la maggioranza dei seggi. Comunisti fuori dal parlamento per la prima volta dal dopoguerra. Oggi l’ incontro tra il primo ministro ceco Andrej Babis, e il presidente della Repubblica, Milos Zeman. 

Risultato finale a sorpresa nelle elezioni per il rinnnovo della Camera nella Repubblica Ceca dove il partito populista Ano del premier Andrej Babis, dato inizialmente per vincente, è stato sorpassato all'ultimo dalla coalizione europeista di centrodestra Insieme che era all'opposizione. Comunisti invece fuori dal parlamento per la prima volta dal dopoguerra. C'è attesa intanto per l’incontro previsto oggi tra il primo ministro ceco e il presidente della Repubblica, Milos Zeman che potrebbe comunque conferirgli l’incarico nonostante la sconfitta.

I risultati

"Il cambiamento è arrivato, noi siamo il cambiamento", ha dichiarato Petr Fiala, leader del Partito civico democratico (Ods), principale formazione di Spolu, coalizione di conservatori e liberali europeisti che con il 27,78% a sorpresa si è imposta su Ano, il partito del primo ministro Babis che si è attestato al 27,14% inizialmente favorito e poi penalizzato dai  dati delle grandi città. Terzo partito la formazione indipendente dell'opposizione che unisce il Partito dei Pirati e quello dei Sindaci e ha ottenuto il 15,5%. Infine l'estrema destra di Libertà e Democrazia Diretta (Spd) ha ottenuto il 9,6%. Da notare il risultato dei comunisti rimasti fuori dal parlamento per la prima volta dal dopoguerra non essendo arrivati alla soglia del 5%.

Il nuovo incarico per la formazione del governo

Il nuovo esecutivo dipenderà dal conferimento dell'incarico al futuro premier. L'anziano presidente russofilo Milos Zeman vuole che Babis resti e da tempo ha dichiarato che darà il mandato al leader del primo partito e non della prima coalizione. Ma non esiste un limite di tempo per il conferimento dell'incarico e Zeman è gravemente malato e quindi bisognerà vedere cosa accadrà nei prossimi giorni. Se Babis dovesse ottenere l'incarico avrà comunque una serie difficoltà nel formare una coalizione considerando la situazione della destra e dell’ultra destra, la quale in cambio gli chiederebbe l'uscita dalla Ue, inaccettabile per Babis che non vuole perdere i fondi dell'Unione da lui usati, sottolineano le voci piu' critiche,  a suo piacimento. Non potrà più contare neanche su quelli che fino a ieri erano i suoi alleati, i socialdemocratici (Cssd) nè sul partito comunista rimasto sotto la soglia di rappresentanza del 5% come altri partiti minori.

Il premier uscente Babis

Il premier ceco uscente Andrej Babis ha detto di accettare la sconfitta elettorale, pur essendo rimasto sorpreso. Ha assicurato di voler continuare a combattere e ha confermato di voler accettare un’eventuale richiesta del presidente Milos Zeman di formare il governo.  "Il nostro risultato è stato favoloso, non me l'aspettavo, perchè a giugno i sondaggi ci davano il 22%. Non abbiamo deluso. Contro di noi c'erano 5 partiti con un unico programma: mettere Babis fuori gioco tramite cose inventate come la pandemia gestita male, il non esistente conflitto di interessi, il caso dei miei conti offshore emersi dai Pandora Papers", ha dichiarato Babis.

“Se non ci fossero state le coalizioni e i partiti si fossero presentati da soli, avrebbero perso" ha fatto notare. Quindi ha annunciato che è disposto ad avviare trattative con la coalizione di centrodestra Insieme (Spolu) che ha vinto le elezioni, nel caso il presidente della Repubblica lo incaricasse. "Se il presidente mi autorizza, mi rivolgerò a Spolu per trattare", ha detto.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24