Per il principe William lo zio Andrea è una minaccia per la famiglia reale britannica

Mondo

Secondo il Sunday Times Wiliam non permetterà che il terzogenito della regina Elisabetta II, travolto dai guai giudiziari non ancora risolti, torni alla vita pubblica

Il principe William, secondo nella linea di successione al trono britannico, considera lo zio Andrea, una "minaccia per la Famiglia Reale" e si opporrà se dovesse tornare alla vita pubblica. A dirlo il Sunday Times che cita fonti autorevoli vicino al Duca di York.

Le motivazioni di William condivise anche dal padre Carlo

 Anche il principe Carlo, suo fratello Edward e sua sorella Anne concordano sul fatto che Andrea non debba tornare a rappresentare la Corona in pubblico. Una decisione presa sulla scia dello scandalo di pedofilia che lo vede chiamato in causa da Virginia Giuffre Roberts, una delle vittime del defunto miliardario Jeffrey Epstein. La donna ha infatti avviato un'azione legale a New York contro il principe, affermando di essere stata messa di fatto “a disposizione” del duca di York, quando lei era 17enne, in tre distinte occasioni. Gli incontri incriminati sarebbero avvenuti in altrettante proprietà del finanziere: a Londra, New York e in una sua residenza delle Isole Vergini. Andrea ha sempre negato le accuse e sta cercando attraverso i suoi legali di non venire coinvolto direttamente nella vicenda.

La Famiglia Reale cerca di arginare lo scandalo Epstein

In vista delle celebrazioni del Giubileo di Platino, i 70 anni di regno di Elisabetta II che si festeggerà nel maggio del 2022, la Famiglia deve cercare di arginare i danni dello scandalo Epstein e l'esilio dalla vita pubblica del principe Andrea sembra essere spiegato anche per questo motivo.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24