Pfizer, la protezione è più alta nelle donne secondo uno studio condotto in Israele

Mondo

Sono le conclusioni di uno studio pubblicato sul New England Journal of Medecine relativamente all'efficacia della seconda dose di vaccino.

La protezione contro il Covid-19 per coloro che hanno ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer è più alta nelle donne che negli uomini: a sottolinearlo uno studio condotto in Israele e pubblicato sul New England Journal of Medecine. 

Le conclusioni dello studio

L' immunità, precisa lo studio condotto su oltre 4.800 operatori sanitari, tende comunque a ridursi entro qualche mese in entrambi i sessi. Inoltre, risulta più protetta la fascia di età compresa fra 18 e 45 anni rispetto a quella over 65.

Da uno studio precedente, realizzato in Francia su 308 operatori sanitari e pubblicato lo scorso novembre, era già emerso che gli anticorpi si riducevano più velocemente nei maschi che nelle femmine: "Sono risultati particolarmente vulnerabili gli anziani e gli immunodepressi" si legge inoltre nello studio israeliano.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24