Usa, l'uragano Ida sale a categoria 4 e spaventa New Orleans

Mondo
©Getty

La perturbazione si avvicina sempre più alla Louisiana dove ci si aspetta che toccherà terra, nel 16esimo anniversario di Katrina. L'aeroporto di New Orleans ha cancellato tutti i voli in partenza e in arrivo previsti nella giornata di oggi. Il National Weather Service: rischia di spazzare via e rendere inabitabili aree costiere dello Stato "per settimane o mesi". La sindaca LaToya Cantrell: "Evacuazioni volontarie sono in corso, ma il tempo non è dalla nostra parte"

L'uragano Ida si è rafforzato ed è salito a categoria 4, con venti che potranno andare oltre i 240 km/h, come riferisce il centro nazionale Usa per gli uragani nel suo ultimo aggiornamento. L'aeroporto di New Orleans intanto ha cancellato tutti i voli in partenza e in arrivo previsti per oggi. La perturbazione dovrebbe toccare nelle prossime ore (mezzogiorno ora locale, le 19 in Italia) le coste della Louisiana. "Sarà uno dei più forti che si è mai abbattuto" sullo Stato "dal 1850", ha affermato il governatore, John Bel Edward, lanciando l'allarme. E torna la paura a New Orleans, nel giorno del 16esimo anniversario di Katrina, l'uragano più letale della storia americana. Gli evacuati sono già migliaia. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha invitato la popolazione dello Stato a "fare attenzione e a prepararsi", ricordando: "Se dovete andare in una delle strutture pubbliche allestite per trovare riparo, accertatevi di avere la mascherina e di praticare il distanziamento sociale perché stiamo ancora combattendo contro il Covid".

La sindaca: preparatevi o lasciate la città

approfondimento

Come vengono scelti i nomi degli uragani

Ida rischia di spazzare via e rendere inabitabili aree costiere della Louisiana "per settimane o mesi", ha messo in guardia il National Weather Service, l'agenzia governativa per le previsioni meteorologiche. "Ida è estremamente pericoloso", ha avvertito anche l'Hurricane Center. La sindaca di New Orleans, LaToya Cantrell, ha parlato di "drammatica minaccia" e ha invitato i residenti a lasciare la città o a prendere tutte le precauzioni possibili. "Evacuazioni volontarie sono in corso ma il tempo non è dalla nostra parte e a questo punto non possiamo ordinare più evacuazioni obbligatorie", ha detto, spiegando che farlo creerebbe ulteriori ingorghi sulle strade complicando i soccorsi. A New Orleans i negozi hanno blindato le vetrine con il legno, i supermercati sono presi d'assalto, le case messe al sicuro come possibile, i turisti rimandati a casa. Fra i residenti la paura è molta: Katrina, che era di categoria 3, fece oltre 1.800 morti causando danni per miliardi di dollari.

La preoccupazione di Biden e il timore di inondazioni

approfondimento

Come si calcola la categoria degli uragani: la scala di Saffir-Simpson

Biden segue gli sviluppi dalla Casa Bianca temendo il peggio, ovvero il ripetersi dell'incubo George W. Bush, l'ex presidente al bivio fra la guerra in Afghanistan che aveva avviato in risposta all'11 settembre e sommerso dalle critiche per Katrina. Il presidente ha sentito il governatore della Louisiana e fatto il punto con la Federal Emergency Management Agency, ricevendo rassicurazioni sui preparativi. La Protezione civile ha riferito di aver già posizionato nell'area del Golfo del Messico generatori di energia elettrica, cibo e acqua in modo di essere da subito pronta a rispondere a un'eventuale emergenza. L'ulteriore timore è che Ida si muova lentamente a terra: questo significherebbe piogge più intense e quindi un più alto rischio di inondazioni soprattutto a New Orleans, che resta vulnerabile nonostante gli investimenti miliardari seguiti a Katrina.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24