Cuba, appello di Papa Francesco all'Angelus: "Sono vicino al popolo che soffre"

Mondo

"Prego il Signore che lo aiuti a costruire in pace, dialogo e solidarietà una società sempre più giusta e fraterna" ha detto il Pontefice. Bergoglio è tornato a recitare la preghiera mariana da Piazza San Pietro dopo il ricovero all'ospedale Gemelli

Papa Francesco ha espresso la sua vicinanza al popolo cubano, dopo le proteste contro il regime e gli scontri dei giorni scorsi. Sono "vicino al caro popolo cubano in questi momenti difficili, in particolare alle famiglie che maggiormente soffrono. Prego il Signore che lo aiuti a costruire in pace, dialogo e solidarietà una società sempre più giusta e fraterna" ha detto il Pontefice. Bergoglio ha parlato dopo la recita dell'Angelus, di fronte alle migliaia di persone che si trovavano in piazza San Pietro, tra le quali spiccava un gruppo di pellegrini con le bandiere cubane. Il Papa ha espresso la sua vicinanza anche "alle popolazioni di Germania, Belgio e Olanda colpite da catastrofi e alluvioni".

Il ritorno del Papa in piazza San Pietro

Oggi Francesco è tornato a recitare la preghiera mariana affacciato dal Palazzo apostolico dopo il ricovero che aveva "trasferito", la scorsa domenica, l'Angelus al Policlinico Gemelli. Una lunga coda si è formata per passare i controlli e accedere nella piazza. Presenti famiglie, gruppi parrocchiali ma anche turisti che ormai, passata la fase più dura della pandemia, da

qualche tempo sono tornati nella zona del Vaticano.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24