Israele avrà un nuovo governo senza Netanyahu. Sarà staffetta Bennett-Lapid

Mondo

Storica intesa tra il leader centrista , Benny Gantz e Naftali Bennett. Per la prima volta un partito arabo sottoscrive un'intesa con una formazione nazionalista ebraica

Il leader centrista Yair Lapid ha informato il presidente Reuven Rivlin di essere "riuscito a formare un nuovo governo". A poco meno di mezzora dalla scadenza del mandato, Lapid ha informato Rivlin che hanno aderito al nuovo governo Blu Bianco di Benny Gantz, Yamina di Naftali Bennett, 'Israele Casa nostra' di Avigdor Lieberman, 'Nuova speranza' di Gideon Saar, i Laburisti, la sinistra Meretz e il partito arabo islamista Raam. Secondo le intese, Naftali Bennett sarà premier per i primi due anni mentre poi toccherà allo stesso Lapid. 

"Uniremo tutte le componenti della società israeliana"

"Il nuovo governo farà tutto il possibile per unire tutte le componenti della società israeliana": lo ha assicurato al Capo dello Stato Reuven Rivlin il leader centrista Yair Lapid. "Il nostro impegno - ha aggiunto - è di metterci al servizio di tutti i cittadini di Israele, inclusi quanti non sostengono questo governo". Con un riferimento ai forti attacchi provenienti dalla destra nazionalista, Lapid ha assicurato: "Ci impegniamo a rispettare quanti ci oppongono". Lapid ha poi informato Rivlin che intende sottoporre il nuovo governo alla approvazione della Knesset il più presto possibile. Per Israele si tratta di una svolta storica, quella formata la sera del 2 giugno è infatti la prima coalizione di governo senza il premier Benyamin Netanyahu dopo oltre 12 anni. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24