Covid Indonesia, tamponi nasali lavati e riusati all’aeroporto: 5 arresti

Mondo

I tamponi antigenici venivano riutilizzati per testare i passeggeri in partenza dall’aeroporto di Medan, nel nord Sumatra. Secondo fonti della polizia potrebbero essere 10 mila i viaggiatori vittime di questo raggiro

Truffa choc all’aeroporto di Medan, in Indonesia. Fino a 10 mila passeggeri di voli in partenza dallo scalo di Kualanamu sono stati testati per il coronavirus con tamponi nasali già utilizzati. Una frode che ha fruttato migliaia di dollari agli autori. Cinque dipendenti della principale azienda farmaceutica indonesiana, la Kimia Farma, sono stati arrestati per il presunto lavaggio e riconfezionamento di kit antigenici rapidi. (COVID TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

La truffa era in corso da 4 mesi

L’Indonesia richiede a tutti i passeggeri in partenza dagli aeroporti indonesiani di fornire un test negativo prima di imbarcarsi per un volo interno. Secondo la polizia, fa sapere la Cnn, la truffa sistematica era in corso da almeno quattro mesi. Si stanno effettuando ora verifiche e tracciamenti per capire quanto persone sono state vittime del pericoloso raggiro. Si stima comunque che le persone coinvolte siano almeno 10 mila.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.