Navalny trasferito in reparto ospedaliero del carcere IK3. Lo staff: “Colonia di tortura"

Mondo
©Ansa

L’oppositore del presidente Putin da settimane sta portando avanti uno sciopero della fame e il suo staff dice che è in condizioni critiche. Ora sarà trasferito nel reparto ospedaliero della colonia penale. Secondo il servizio penitenziario le sue condizioni sono “soddisfacenti”. Intanto prosegue la mobilitazione dell’Ue. E mercoledì è attesa una grande manifestazione nelle piazze russe

Alexei Navalny sarà trasferito nel reparto ospedaliero della colonia penale IK-3 del Servizio Penitenziario Federale russo (FSIN) nella regione di Vladimir, specializzato nell'osservazione medica dei detenuti. Secondo il servizio penitenziario le condizioni di Navalny sono “soddisfacenti”.

Il suo staff: “È colonia di tortura”

"Il trasferimento alla colonia penale IK-3 è un trasferimento alla stessa colonia di tortura, solo con un grande ospedale, dove vengono trasferiti i malati gravi. E questo va inteso come il fatto che le condizioni di Navalny sono peggiorate così tanto che persino la colonia della tortura lo ammette", ha scritto su Twitter Ivan Zhdanov, direttore del Fondo Anti-Corruzione. "È abbastanza chiaro che ora ci viene data una sorta di 'buona notizia' sulle condizioni di Alexei prima della protesta. Non fatevi ingannare: possiamo ottenere le vere informazioni solo dagli avvocati", ha aggiunto. 

La vicenda

leggi anche

Navalny, la portavoce dice: “Sta morendo, è questione di giorni”

Navalny è stato arrestato a gennaio mentre tornava in Russia dopo essersi ripreso da un avvelenamento quasi fatale che secondo lui è stato orchestrato dal Cremlino. La Russia, dal canto suo, nega l'accusa. Ora sta scontando due anni e mezzo di carcere per vecchie accuse di appropriazione indebita - che l'oppositore dice essere motivate politicamente - in una colonia penale nella città di Pokrov a circa 100 chilometri a est di Mosca. Il 44enne ha iniziato uno sciopero della fame il 31 marzo per chiedere un trattamento medico adeguato per il mal di schiena e l'intorpidimento delle gambe e delle mani. Alcuni giorni fa i medici di Navalny hanno detto che la sua salute si è rapidamente deteriorata e hanno chiesto ai funzionari della prigione di concedere loro un accesso immediato. "Il paziente può morire in qualsiasi momento", ha sostenuto il cardiologo Yaroslav Ashikhmin, indicando gli alti livelli di potassio di Navalny e dicendo che dovrebbe essere trasferito in terapia intensiva. A lanciare un appello è stata anche la figlia dell'oppositore, Daria Navalnaya (che studia all'università di Stanford, in California). "Consentite a un medico di fargli visitare il mio papà", ha scritto su Twitter.

I moniti dell’Ue

vedi anche

Navalny, Usa: “Ripercussioni se muore”. Farnesina: “Siamo preoccupati”

"Siamo seriamente molto preoccupati per la salute di Navalny”, ha detto l'Alto rappresentante Ue Josep Borrell. “Sono stato a Mosca qualche settimana fa e ho posto sul tavolo il suo caso ma la mia richiesta non è stata ascoltata e ora la situazione è peggiorata e reputiamo che le autorità russe siano responsabili per la sua salute”. Anche la Farnesina ha espresso “forte preoccupazione per la notizia del deterioramento delle condizioni di salute di Navalny ed auspica che gli venga garantito accesso immediato alle cure mediche di cui ha bisogno”.

Gli Usa attaccano

La comunità internazionale chiede alla Russia di “salvare Navalny” ed è pronta a "presentare il conto a Mosca" se l'oppositore dovesse morire. "Ci saranno conseguenze se Navalny muore”. Le parole del consigliere per la sicurezza nazionale americana, Jake Sullivan, dopo quelle del presidente Joe Biden, arrivano mentre da Londra l'ambasciatore russo tenta di smorzare l'allarme: “Non lo faremo morire in cella”.

La manifestazione in Russia

leggi anche

Navalny, l'oppositore di Putin, ha perso 8 chili in carcere

Il popolo di Navalny ha rotto intanto gli indugi e ha convocato per mercoledì una grande manifestazione nazionale. "È il momento di agire: ormai non si tratta della sua libertà, ma della sua vita", ha dichiarato Leonid Volkov, il suo braccio destro storico. Che poi ha sottolineato come in ballo ci sia molto di più. Ovvero il destino della Russia. "Il Fondo Anti-Corruzione (FBK) rischia di essere dichiarato un'organizzazione estremista. Putin vieta direttamente qualsiasi attività di opposizione. Il che significa che questa manifestazione potrebbe essere l'ultima nel Paese per anni a venire. Ma tutti insieme possiamo cambiare le cose", ha scritto su Facebook. L'ora X sarà alle 19. Il luogo le piazze principali di tutte le città russe. Il giorno, il 21 aprile, non è scelto a caso. Mercoledì, infatti, Vladimir Putin terrà il suo discorso annuale all'Assemblea Federale, davanti alle massime autorità del Paese (camere riunite, governatori, dignitari vari).

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.