Tensione Usa-Russia, Biden: "Putin assassino". Mosca richiama l'ambasciatore

Mondo

Il presidente americano in un'intervista all'Abc parla dei rapporti con la Russia e risponde così a una domanda sul capo di stato. Mosca richiama l'ambasciatore negli Stati Uniti e il presidente della Duma dice: "Attacchi contro Putin sono attacchi contro il nostro Paese"

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, continua a tracciare il solco della politica verso Mosca nel segno della discontinuità col predecessore Donald Trump: in un'intervista alla Abc ha detto di essere d'accordo con l'affermazione che Vladimir Putin è un "assassino" e ha avvertito che il leader del Cremlino "pagherà le conseguenze" per aver presumibilmente cercato di danneggiare la sua candidatura nelle elezioni dell'anno scorso. "Lei conosce Vladimir Putin. Pensa che sia un killer?", gli ha chiesto l'intervistatore. "Lo penso", ha risposto il presidente americano, promettendo appunto che il leader del Cremlino "pagherà un prezzo" per aver tentato di influenzare le elezioni presidenziali del 2020. 

 

La Russia richiama l'ambasciatore in Usa

E non si è fatta attendere la rezione di Mosca, che ha richiamato il suo ambasciatore negli Stati Uniti per consultazioni. Poco prima, il presidente della Duma, Viaceslav Volodin, ha criticato il presidente americano Joe Biden affermando che "gli attacchi" contro Putin "sono attacchi contro il nostro Paese".  "Biden con la sua dichiarazione ha offeso i cittadini del nostro Paese, è un'isteria causata dall'impotenza. Putin è il nostro presidente e gli attacchi contro di lui sono attacchi contro il nostro Paese", ha scritto Volodin su Telegram secondo Ria Novosti.

 

"Certamente i russi saranno chiamati a rendere conto per le loro azioni", dopo il rapporto dell'intelligence americana sulle interferenze di Mosca nelle elezioni, ribadisce poco dopo il  portavoce della Casa Bianca Jen Psaki, sottolineando che l'amministrazione Biden avrà un approccio diverso nelle relazioni con la Russia da quello di Donald Trump.

 

Fondo Navalny con Biden

"Biden senza ombra di dubbio chiama Putin 'un assassino'. Perché è veramente così - scrive invece su Twitter l'FBK, il Fond Anti-Corruzione di Navalny. Per qualcuno sarà difficile accettarlo ma il presidente della Russia è un assassino. A tutti quelli che dubitano, fategli vedere il nostro video su come Vladimir Putin ha cercato di uccidere Alexey Navalny"

 

L'intelligence americana martedì ha diffuso un rapporto secondo il quale Putin ha autorizzato operazioni volte a screditare la candidatura di Biden e a sostenere quella

di Donald Trump, minando la fiducia dell'opinione pubblica nel processo elettorale e seminando divisioni. Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha respinto le accuse, definendole "completamente infondate".

Nonostante la convinzione che Putin sia un assassino, il capo della Casa Bianca -riferisce Axios, dando conto dell'intervista- ha sostenuto che è possibile "lavorare insieme" laddove ci sono "interessi comuni"; un esempio è l'estensione dell'accordo per il controllo delle armi nucleari New Start.

 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24