Astrazeneca, Ema rassicura. Danimarca sospende uso per precauzione

Mondo

L'agenzia europea del farmaco interviene in seguito al caso dell'Austria che aveva ritirato un lotto di dosi dopo che una persona era morta. Verifiche in corso su un altro lotto nel nostro Paese

L'Agenzia Europea del Farmaco sottolinea che "non ci sono attualmente indicazioni che la vaccinazione Astrazeneca abbia causato patologie, non elencate tra gli effetti indesiderati". L'Ema interviene così in seguito al caso dell'Austria che aveva ritirato un lotto di dosi dopo che a una persona era stata diagnosticata una trombosi multipla ed era morta a 10 giorni dalla somministrazione. ( (LO SPECIALE VACCINI - L'ALGORITMO CHE CALCOLA QUANDO SI POTREBBE ESSERE VACCINATI - LE ULTIME NOVITÀ SUL PIANO VACCINALE). 

Il lotto non era stato distribuito in Italia

approfondimento

Ministero Salute dà via libera al vaccino AstraZeneca per gli over-65

 

Il lotto in questione è stato distribuito in 17 paesi in Europa, ma non in Italia. Il comunicato è stato pubblicato anche sul sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco. Intanto la Danimarca ha sospeso per precauzione l'uso di AstraZeneca nel Paese a causa di problemi di coagulazione del sangue in alcuni pazienti. Lo ha spiegato in una nota l'Autorita' sanitaria danese, aggiungendo comunque che "al momento non è stato determinato che ci sia un legame tra il vaccino e i coaguli di sangue". Decisione in seguito assunta anche da Norvegia e Islanda sempre in via precauzionale.

 

Verifiche in corso su un altro lotto in Italia


A seguito della segnalazione di alcuni eventi avversi gravi, in concomitanza temporale con la somministrazione di dosi appartenenti al lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca anti COVID-19, l'Agenzia italiana del farmaco Aifa  ha deciso in via precauzionale di emettere un divieto di utilizzo di tale lotto su tutto il territorio

nazionale e si riserva di prendere ulteriori provvedimenti, ove necessario, anche in stretto coordinamento con l'EMA, agenzia del farmaco europea. Al momento non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e tali eventi. L'Aifa "sta effettuando tutte le verifiche del caso, acquisendo documentazioni cliniche in stretta collaborazione con i NAS e le autorita' competenti. I campioni di tale lotto verranno analizzati dall'Istituto Superiore di Sanita'". Lo comunica l'Aifa in merito alla decisione di vietare l'utilizzo sul territorio nazionale di dosi appartenenti al lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca anti COVID-19 dopo  la segnalazione di alcuni eventi avversi gravi. Aifa comunicherà tempestivamente "qualunque nuova informazione dovesse rendersi disponibile". 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24