Morto Samuel Little, il più prolifico serial killer degli Usa, ha confessato 93 omicidi

Mondo

Nel 2018 ha deciso di confessare i suoi crimini, commessi in un arco temporale che va dal 1970 al 2004, durante il quale ha ucciso 93 donne, un numero talmente elevato da renderlo secondo l’FBI il più prolifico omicida seriale americano

Considerato uno dei serial killer più feroci degli Stati Uniti, Samuel Little è morto in carcere all’età di 80 anni. Stava scontando l'ergastolo per l'omicidio di tre donne dopo essere stato arrestato nel 2012 per droga in Kentucky ed estradato in California. Nel 2018 ha deciso di confessare i suoi crimini, commessi in un arco temporale che va dal 1970 al 2004, durante il quale ha ucciso 93 donne, un numero talmente elevato da renderlo secondo l’FBI il più prolifico omicida seriale americano. Ha raccontato dettagliatamente il suo modus operandi: sceglieva le sue vittime per lo più ai margini della società, tutte persone vulnerabili, soprattutto prostitute e tossicodipendenti, per la cui scomparsa spesso non venivano svolte nemmeno indagini. 

Le vittime di Samuel Little

approfondimento

Usa, il serial killer Samuel Little confessa 93 omicidi

Samuel Little era un ex pugile e usava tutta la sua violenza fisica sulle sue prede colpendole a pugni e poi strangolandole, senza lasciare quindi traccia di segni evidenti, come ferite da taglio o da arma da fuoco. Per questo molti decessi sono stati erroneamente attribuiti ad overdose o classificati come accidentali. Il suo lungo racconto è stato ritenuto attendibile dagli analisti dell’FBI che hanno diffuso le immagini delle vittime disegnate dal serial killer durante la sua detenzione, nella speranza di risalire alla loro identità e in alcuni casi di recuperarne i resti. Little è morto ieri in un ospedale della California, mettendo fine a una carriera criminale segnata non solo da omicidi, ma anche da rapina a mano armata e stupro. Fu l’esame del dna ad incastrarlo in tre omicidi irrisolti tra il 1987 e il 1989 nella contea di Los Angeles. Al processo si dichiarò non colpevole, ma alla fine venne condannato a tre ergastoli consecutivi, senza possibilità di libertà condizionale.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.