Uno strumento essenziale della campagna elettorale americana? I "vecchi", ma efficaci, sms

Mondo

Valentina Clemente

©Getty
SYDNEY, AUSTRALIA - OCTOBER 23: A customer waits in line outside  the Apple Store in George Street to look at the new iPhone 12 on sale on October 23, 2020 in Sydney, Australia. The iPhone 12 features the A14 Bionic chip CPU, 6.1 inch OLED display, 5G connectivity and an advanced dual-camera system. The iPhone 12 Pro has a 6.1 inch OLED Super Retina XDR display and features triple rear cameras including an Ultra Wide camera and a telephoto camera along with the A14 Bionic chip CPU and 5G connectivity. (Photo by James D. Morgan/Getty Images)

Manca pochissimo al tanto atteso 3 novembre, giorno delle elezioni negli Stati Uniti. Oltre a comizi, spot pubblicitari e messaggi sui social, Joe Biden e Donald Trump, aiutati dai loro sostenitori, si stanno concentrando su un altro strumento di campagna elettorale: i messaggi, o meglio sms. Potrebbero sembrare un elemento quasi "all'antica". Invece no: per l’elettorato statunitense sono utilissimi ed estremamente efficaci

No, non sono stati dimenticati. Anzi. In un’elezione dominata anche dall’emergenza Coronavirus e dall’obbligo del distanziamento sociale, i “vecchi” sms sono stati utilizzati in modo massiccio da Repubblicani e Democratici per fare campagna elettorale.

Letteralmente questo processo si identifica come get-out-the-vote push e i numeri sono a dir poco da capogiro: si parla addirittura di milioni di text messages inviati per invitare le persone ad andare ai seggi (o a votare via posta).

Fino a martedì, l’entourage vicino a Donald Trump ne invierà più di un miliardo. Cifre ancora più elevate per i manager della campagna elettorale del democratico Joe Biden.

Perché inviare sms, nonostante esistano da tempo app di messaggistica istantanea? Sono veloci alla lettura, immediati e, soprattutto, evitano a molte persone di ricevere visite – spesso inaspettate – di sconosciuti che, puntualmente, bussano alle porte di casa per chiedere sostegno ad un candidato specifico.

C’è chi, addirittura, ha organizzato delle feste a tema sms. Un gruppo di ragazze, tra bicchieri di vino e piatti di formaggio, ha inviato messaggi a familiari ed amici per incoraggiarli ad andare a votare.

Tutto questo per un unico obiettivo: spingere le persone ad andare a votare. Perché in questa elezione, come non mai, every vote counts

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.