Coronavirus, in Belgio bar e ristoranti chiusi per un mese e coprifuoco notturno

Mondo
©Fotogramma

La decisione è del comitato di consultazione tra il governo e Comunità e Regioni. La misura, già in vigore a Bruxelles da qualche giorno, sarà rivalutata fra due settimane. Il coprifuoco notturno era stato già attuato nella provincia del Brabant vallone e del Lussemburgo e viene ora esteso a livello nazionale

Bar e ristoranti chiusi per un mese in tutto il Belgio. È la decisione scaturita dalla riunione del comitato di consultazione che riunisce i ministri del governo federale e gli esponenti di Comunità e Regioni. La misura sarà rivalutata dopo due settimane. Il comitato di consultazione ha deciso di stabilire anche un coprifuoco notturno tra mezzanotte e le 5 del mattino a livello nazionale (CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE).

Le nuove misure in Belgio

approfondimento

Coronavirus, la diffusione globale in una mappa animata

La nuova misura a livello nazionale arriva per cercare di frenare la nuova impennata dei casi. Nei giorni scorsi già due province, quella del Brabant vallone e del Lussemburgo, avevano deciso di decretare un coprifuoco notturno per i prossimi 15 giorni. Ora la misura viene adottata a livello nazionale. Tra l'una e le sei del mattino nessuno potrà circolare se non per motivi sanitari o di lavoro. Per quanto riguarda bar e ristoranti, a Bruxelles era già stata stabilita e nella capitale sarà in vigore fino all'8 novembre.

Il premier De Croo: "Dobbiamo far scendere i contagi"

leggi anche

Coronavirus, in Spagna 222 morti e oltre 15mila casi in 24 ore

"Le cifre continuano ad aumentare e raddoppiano di settimana in settimana è un aumento esponenziale", ha detto il premier belga Alexander De Croo alla conferenza stampa al termine della riunione, "e il nostro obiettivo è fare scendere questi numeri, che sono significativamente più alti rispetto a marzo e ad aprile. Pertanto abbiamo deciso di prendere delle misure, come la chiusura per un mese per bar e ristoranti, un coprifuoco notturno da mezzanotte alle cinque del mattino", mentre "il telelavoro diventa la regola". Il premier belga ha aggiunto: "Per evitare il peggio dobbiamo prendere queste misure".

Mondo: I più letti