Grecia, condannato a 13 anni il leader del partito di estrema destra Alba Dorata

Mondo

Il verdetto arriva dopo la sentenza della Corte d'Appello di Atene che aveva bandito Alba Dorata. Nikos Michaloliakos, 62 anni, negazionista della Shoah e ammiratore del nazionalsocialismo, era uno dei 68 imputati nel lungo processo del partito neonazista

Il capo del partito di estrema destra greca Alba Dorata, Nikos Michaloliakos, è stato condannato a 13 di carcere in quanto leader di una "organizzazione criminale". Lo stesso tribunale ha inflitto l’ergastolo a Yorgos Roupakias, altro membro del partito neonazista riconosciuto colpevole dell'assassinio del rapper antifascista Pavlos Fyssas.

Alba Dorata è “un’organizzazione criminale”

Il processo Alba Dorata è considerato uno dei più importanti nella storia politica della Grecia. Dopo cinque anni e mezzo di udienze, la scorsa settimana il tribunale ha definito all'unanimità il partito paramilitare "un'organizzazione criminale", verdetto ritenuto "storico" dal presidente della Repubblica e da un'intera frangia della classe politica greca.

Negazionista e ammiratore del nazismo

Nikos Michaloliakos, 62 anni, negazionista della Shoah e ammiratore del nazionalsocialismo, era uno dei 68 imputati nel lungo processo del partito neonazista coinvolto in un omicidio e due tentativi di omicidio. Il processo è durato cinque anni e mezzo. Nelle scorse settimane c'è stata una forte mobilitazione in tutta la Grecia perché si arrivasse a una sentenza di condanna che riguardasse l'intero movimento.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.