Coronavirus, Ryanair: -20% voli a settembre e ottobre per nuovi casi

Mondo

La compagnia low cost, che finora aveva previsto di raggiungere il 70% della sua capacità a settembre, ha spiegato in un comunicato che non ha altra scelta che rivedere il numero di voli previsti, in particolare verso Francia e Spagna, i due Paesi su cui il governo britannico impone la quarantena

La compagnia aerea irlandese Ryanair ha annunciato una riduzione del 20% del numero dei suoi voli a settembre e ottobre, a causa del calo delle prenotazioni dovuto all'aumento dei casi di coronavirus in Europa almeno fino al 7 settembre per non favorire la diffusione dei contagi da coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE). La compagnia low cost, che finora aveva previsto di raggiungere il 70% della sua capacità a settembre, ha spiegato in un comunicato che non ha altra scelta che rivedere il numero di voli previsti, in particolare verso Francia e Spagna, i due Paesi su cui il governo britannico impone la quarantena. 

I Paesi più colpiti

approfondimento

Covid-19, controlli e test: cosa succede negli aeroporti italiani

Ryanair ha precisato che i tagli ai voli "saranno fortemente concentrati su quei Paesi, come Spagna, Francia e Svezia, dove i recenti tassi di aumento dei casi di Covid-19 hanno portato a un aumento delle restrizioni di viaggio". La riduzione colpirà anche l'Irlanda, poiché il Paese ha imposto una quarantena di 14 giorni ai visitatori dalla maggior parte degli altri Paesi dell'Ue, in particolare Germania e Regno Unito.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24