Proteste Lgbt in Polonia, arrestato un italiano

Mondo

La denuncia del Gay center. Stava partecipando alle manifestazioni per impedire l'arresto di Margo, una nota attivista locale. Il totale dei fermi effettuati dalla polizia polacca è di circa cinquanta persone

Un attivista Lgbt italiano è stato arrestato in Polonia durante le proteste che si stavano svolgendo a Varsavia contro l'arresto di alcuni esponenti del movimento per la difesa dei diritti degli omosessuali. È quanto riferisce Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center. Sulla questione è intervenuto anche Ivan Scalfarotto, sottosegretario agli Esteri: “Ho sentito l’ambasciatore in Polonia per avere notizie del nostro connazionale arrestato a Varsavia insieme ad altri attivisti Lgbt - ha detto Scalfarotto - Avremo novità e fornirò aggiornamenti dopo che il giudice lo avrà sentito in serata. Molto seria la preoccupazione per quanto avvenuto”. 

Una cinquantina di fermi tra i manifestanti

L'arresto sarebbe avvenuto nel contesto delle proteste cominciate già nella giornata del 7 agosto, che hanno visto una cinquantina di fermi tra i manifestanti ufficializzati dalla stessa polizia polacca. "Sono state arrestate 48 persone. Saranno processati per insulti rivolti a un agente e danni alla macchina della polizia", ha spiegato la polizia di Varsavia su Twitter.

Protestavano per impedire l'arresto di un'attivista

Gli arrestati avevano preso parte a uno scontro con la polizia nel tentativo di impedire l'arresto di un'attivista Lgbt, conosciuta con il suo nome Margo, per eseguire l'ordine del tribunale di due mesi di carcerazione preventiva per un atto di vandalismo compiuto durante una manifestazione a giugno.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24