Canada, bufera su Trudeau: contratto da 587 mln di euro a ong che pagò i suoi familiari

Mondo
©Getty

I fondi sarebbero andati all'associazione benefica "We Charity". Dopo le rivelazioni, l'opposizione ha fatto appello per l'apertura di una inchiesta e ha invitato Trudeau a ritirarsi

Nuova bufera su Justin Trudeau, la terza dal 2017. Stavolta il primo ministro canadese è al centro delle polemiche per aver  assegnato un contratto governativo da 587 milioni di euro alla ong "We Charity", un'associazione benefica che ha remunerato la partecipazione della madre, del fratello e della moglie di Trudeau ad alcuni suoi eventi. 

Le recenti rivelazioni sui pagamenti ai suoi famigliari, hanno spinto l'opposizione conservatrice a reclamare una inchiesta su eventuali frodi. Dal canto suo, il "Bloc que'be'cois" ha chiesto al primo ministro del Canada di ritirarsi, facendosi rimpiazzare dal vicepremier durante gli accertamenti per chiarire questa vicenda.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.